menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emilio Bolzoni

Emilio Bolzoni

La Bolzoni diventa americana per 53 milioni di euro

La storica azienda dei Casoni di Podenzano è stata acquisita dal gruppo Hyster-Yale di Cleveland (Ohio). Roberto Scotti rimarrà amministratore delegato. Bolzoni: "Sarà un'integrazione di successo"

Hyster-Yale Materials Handling e gli azionisti di Penta Holding S.p.A. (questi ultimi soci di maggioranza della Bolzoni Spa) comunicano di aver sottoscritto un accordo definitivo ai sensi del quale Hyster-Yale si è impegnata ad acquistare, per il tramite di una società da essa interamente controllata in via indiretta, il 100% delle azioni di Penta detenute dai venditori per un prezzo complessivo di 53 milioni e 495mila euro.

La società americana, con sede a Cleveland (Ohio) ha concordato il prezzo di acquisto delle azioni Penta, pari a euro 4,30 per azione (pari a un ammontare complessivo di 56.368.984 milioni di euro), comprensiva dell’utile netto consolidato 2015 di Bolzoni S.p.A., deducendo dalla stessa l’ammontare dell’indebitamento finanziario netto di Penta. Detta valutazione della Partecipazione Bolzoni rappresenta un premio pari al 16% e 21% sul prezzo medio ponderato al volume delle azioni Bolzoni S.p.A., rispettivamente nei 6 e 12 mesi precedenti la chiusura del mercato il 12 febbraio 2016. L’operazione è stata approvata all’unanimità dal Consiglio di Amministrazione di Hyster-Yale.

Il closing dell’operazione, che si prevede abbia luogo nel corso del secondo trimestre del 2016, è soggetto a usuali condizioni sospensive, ivi inclusa l’autorizzazione dell’autorità antitrust tedesca. Bolzoni S.p.A. diventerà così una controllata di Hyster-Yale, ma è previsto che continui a operare in via autonoma, con il proprio management e Consiglio di Amministrazione. Si prevede infatti che Roberto Scotti, attuale amministratore delegato di Bolzoni S.p.A., guiderà la società anche a seguito del completamento dell’operazione. “Roberto Scotti – si legge nel comunicato dell’azienda - ha oltre 30 anni di esperienza nel settore europeo delle attrezzature per carrelli elevatori: con il suo team vanta una comprovata esperienza nel miglioramento continuo delle attività e nella generazione di significativi incrementi dei flussi di cassa.

“Bolzoni ed Hyster-Yale – ha detto lo stesso Scotti - hanno consolidato nel corso degli anni una solida relazione. Questa acquisizione offre a Bolzoni interessanti opportunità di espansione su scala mondiale aumentando inoltre la penetrazione in alcuni mercati. Vediamo anche grandi opportunità di utilizzo della nostra capacità produttiva mediante la produzione diretta di componenti che Hyster-Yale invece attualmente acquista. Oggi Bolzoni fornisce attrezzature e componenti a produttori di carrelli elevatori (OEM’s), alla loro rete di vendita e ai loro clienti ed assicura un costante  mantenimento dell’integrità delle informazioni. Questo principio operativo di base non subirà cambiamenti a seguito di questa acquisizione”.

“Sono orgoglioso della crescita della Bolzoni – è il commento del presidente Emilio Bolzoni - negli ultimi 70 anni, grazie alla grande professionalità delle persone che vi hanno contribuito e a alla grande attenzione ai nostri clienti. Questa operazione dà inizio ad un nuovo capitolo della nostra storia e sono felice che continueremo ad operare come una società autonoma nell’ambito del gruppo Hyster-Yale. Nel corso delle nostre discussioni è stato molto interessante individuare le numerose affinità tra Bolzoni e Hyster-Yale. I prodotti, la storia, la conoscenza maturati  in Bolzoni sono diversi, ma allo stesso tempo complementari a quelle presenti in Hyster-Yale tanto da rendere possibile una interessante produzione di valore. Sono queste le premesse che fanno prevedere una integrazione di successo”.

“Bolzoni S.p.A. -  ha spiegato l’accordo Colin Wilson, Presidente e CEO di Hyster-Yale Group - è un noto ed affidabile fornitore di attrezzature di rilevanza mondiale ed è diventato il fornitore preferenziale per i prodotti a marchio Hyster e Yale. È nostra intenzione soddisfare al meglio le esigenze dei nostri clienti ampliando la nostra offerta di prodotti a seguito di questa operazione. Manteniamo fermo il nostro impegno nel soddisfare le esigenze di tutti i clienti di Bolzoni S.p.A. Bolzoni ha investito nell’espansione della propria capacità produttiva, e consideriamo questa come un’opportunità da sfruttare assorbendo la capacità inutilizzata di Bolzoni. La tradizionale forza di Bolzoni risiede in Europa, un’area che presenta opportunità di crescita”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento