La Cattolica di Piacenza “capitale per tre giorni” della viticoltura italiana

Con i saluti del Preside della Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza Marco Trevisan, ha preso il via la “tre giorni” di aggiornamento sulla viticoltura

Con i saluti del Preside della Facoltà di Scienze agrarie, alimentari e ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza Marco Trevisan, ha preso il via la “tre giorni” di aggiornamento sulla viticoltura organizzato dal Dipartimento di Produzioni Vegetali Sostenibili (DIPROVES) diretto dal prof. Stefano Poni. Al convegno, prima delle numerose relazioni tecniche che, nella prima sessione coordinata dal direttore dell’Informatore Agrario Stefano Boschetti, hanno avuto come protagoniste le aziende con i loro prodotti innovativi, ha preso la parola Massimo Tagliavini, presidente della Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana (SOI). “E’ nata- ha ricordato- come “costola” dell’Accademia dei Georgofili; da più di sessant’anni ha il compito di sviluppare la cooperazione tra il mondo della ricerca scientifica, gli imprenditori ed i professionisti di un ampio settore dell’agricoltura che include colture arboree da frutto, piante ortive, colture floricole, vivaismo, tappeti erbosi, e la gestione del paesaggio, con il fine ultimo di favorirne il progresso e la diffusione”.

Un’edizione, questa piacentina, particolarmente stimolante poiché, oltre a trattare temi "tradizionali" ma sempre attuali, si occuperà anche dei riflessi del cambio climatico, dall'irruzione delle tecniche di precisione e dal tentativo di conciliare al meglio sostenibilità ambientale ed economica. Il coinvolgimento di oltre 20 istituzioni scientifiche italiane e l’attiva partecipazione di giovani ricercatori, permetteranno un confronto di idee e un’ampia divulgazione dei risultati di ricerca ottenuti. Verranno, infatti, presentati a ricercatori e operatori del settore vitivinicolo e di quelli ad esso collegati, circa 80 lavori tecnico-scientifici che tracceranno la situazione del mondo viticolo nazionale, a dimostrazione dell’elevato interesse riposto nel settore. Durante la tre giorni i partecipanti avranno l’opportunità di apprezzare la bellezza dei vigneti piacentini, con visita alla Cantina Tenuta Pernice e all’azienda Torre Fornello, degustare vini autoctoni e prodotti tipici del territorio piacentino e, con il supporto delle Cantine Bonelli, saranno premiati i migliori poster e l’esposizione orale ritenuta più chiara ed efficace.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento