rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

La Cgil in sciopero a Milano, in 300 da Piacenza

Ancora posti disponibili sui pullman. La Uil si recherà invece a Roma. Le manifestazioni organizzate contro la manovra del Governo Draghi

Sarà l’Arco della Pace, a Milano, la destinazione di oltre 300 piacentini che parteciperanno con la Cgil di Piacenza allo sciopero generale previsto per giovedì 16 dicembre. Ancora disponibili posti sui pullman che si troveranno al parcheggio dello Stadio Garilli la mattina dello sciopero, il 16 dicembre, alle ore 7.30 direzione il capoluogo lombardo. Itinerario differente per la Uil, che insieme a Cgil ha indetto lo sciopero generale contro una manovra giudicata iniqua, che da Piacenza andrà invece a Roma.

«E’ possibile prenotare il proprio posto sul pullman chiamando lo 0523/459791», rende noto la Cgil di Piacenza in una nota. «Il Governo ha aperto un tavolo con i rappresentanti dei lavoratori e dei pensionati senza alcuna possibilità di discutere di scelte che critichiamo fortemente, su fisco e pensioni. Oggi ci sono le condizioni per dare risposte ai problemi del Paese che questo Governo non sta offrendo, proseguendo sulla linea che negli ultimi 15 anni ha dato alle imprese contributi a vario titolo per 165 miliardi di euro dati per lo più a pioggia, senza selezionare chi fa sviluppo vero. Non sono mai arrivati risposte serie sul fronte del lavoro, con i salari italiani sono gli unici che sono diminuiti nell’Area Ocse. Così non va».

LA PIATTAFORMA PIACENTINA

«Il territorio ha particolarità da evidenziare all’interno dello sciopero, noi abbiamo più ritardi e maggiori diseguaglianze rispetto ai nostri vicini in termini di capacità di creazione di valore aggiunto delle imprese (-20%) sul tema dei salari, che sono in media il 5,4% più bassi ma se guardiamo solo alle donne scopriamo che la differenza è insostenibile, con un meno 27. E sul piano occupazionale va ancora peggio, con meno 25% dell’occupazione femminile e un tasso tra inattivi e disoccupati che a Piacenza raggiunge il 33%. Per questo – conclude la Cgil di Piacenza – occorre una risposta massiccia dei piacentini e delle piacentine allo sciopero generale del 16 dicembre».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil in sciopero a Milano, in 300 da Piacenza

IlPiacenza è in caricamento