rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Economia

La cooperativa Àncora: «Abbiamo fatto il possibile per tutelare i lavoratori»

Centro Residenziale Ca’ Torricelle di Piacenza, la coop: «In nessun modo abbiamo indotto i lavoratori a dare le dimissioni. Ecco come è andata»

In riferimento agli articoli del 28 e 30 marzo pubblicati sul quotidiano on line “Il Piacenza”, la cooperativa Àncora con il presente comunicato intende fare alcune precisazioni in merito alle dichiarazioni delle sigle sindacali Cgil e Cisl di Piacenza, che «risultano inesatte e non coincidenti con la realtà dei fatti inerenti la re-internalizzazione del Centro Residenziale Psichiatrico Ca’ Torricelle».

«La cooperativa Àncora una volta appresa la volontà da parte dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza di procedere alla gestione diretta (internalizzazione) del Centro Residenziale Psichiatrico Ca’ Torricelle, si è resa sin da subito disponibile ad un confronto con i sindacati allo scopo di trovare la soluzione più idonea a garantire la stabilità dei lavoratori impiegati sul servizio. Inoltre, in vista dell’internalizzazione del servizio, Àncora il 18 marzo ha altresì aderito ad una richiesta di incontro con il Prefetto di Piacenza per instaurare un confronto congiunto tra le parti, ma fino ad ora non è stato dato seguito a questa richiesta. La scelta di internalizzare il Centro Residenziale Psichiatrico Ca’ Torricelle è stata subita dalla Cooperativa la quale si è limitata a prenderne atto cercando, nel breve tempo intercorso tra la comunicazione ufficiale e la data di cessazione del servizio, di trovare una soluzione idonea e condivisa con le sigle sindacali. L’internalizzazione del servizio crea difficoltà organizzative alla Cooperativa in quanto i lavoratori impiegati non possono più espletare il proprio lavoro presso il servizio a cui erano adibiti e di conseguenza Àncora si trova nella complicata situazione di doverli ricollocare presso altri servizi».

«Detto ciò, la Cooperativa Àncora si è attivata per garantire il mantenimento del posto di lavoro cercando di individuare a livello aziendale - sui territori ove opera abitualmente- possibilità occupazionali compatibili con i profili professionali dei lavoratori impiegati presso il Centro Residenziale Psichiatrico Ca’ Torricelle. Per i lavoratori per cui non è stato possibile individuare in organico posizioni compatibili con il profilo professionale di appartenenza si è reso purtroppo necessario procedere ad una sospensione temporanea dal servizio in attesa di reperire posizioni vacanti e per mancanza di presupposti di legge non è stato possibile attivare il Fondo di Integrazione Salariale. Preme sottolineare inoltre, che la Cooperativa Àncora in nessun modo ha indotto i lavoratori a dare le dimissioni, ma si è limitata ad accogliere le dimissioni di coloro che le hanno rassegnate in quando destinatari di altre proposte lavorative».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cooperativa Àncora: «Abbiamo fatto il possibile per tutelare i lavoratori»

IlPiacenza è in caricamento