rotate-mobile
Economia

La finanza italiana raccontata attraverso la storia personale di 35 banchieri virtuosi

“Banchieri” è il titolo di un libro scritto da Beppe Ghisolfi, pubblicato da poche settimane dall’editore Nino Aragno, Firenze, che racchiude in 546 pagine formato cm 15x23,5 la storia economica italiana degli ultimi cinquant’anni raccontata dai protagonisti del sistema bancario

“Banchieri” è il titolo di un libro scritto da Beppe Ghisolfi, pubblicato da poche settimane dall’editore Nino Aragno, Firenze, che racchiude in 546 pagine formato cm 15x23,5 la storia economica italiana degli ultimi cinquant’anni raccontata dai protagonisti del sistema bancario. L’opera (ISBN: 978-88-8419-854-9, € 25,00), è stata presentata a Palazzo Galli-Banca di Piacenza ad una affollata platea, dall’avv. Corrado Sforza Fogliani in dialogo con l’autore: professore, giornalista televisivo, in passato direttore responsabile di numerose testate (oggi, di Banca e Borsa), ma soprattutto Consigliere ABI – Associazione Bancaria Italiana, presidente della Cassa di Risparmio di Fossano e Vicepresidente della Commissione Comunicazione dell’ACRI – Associazione di Fondazioni e Casse di risparmio.

Il volume, di ottima lettura, offre una visione del mondo della finanza molto diversa da quello dell’immaginario collettivo che lo vede come una sorta di sancta sanctorum di sacerdoti del Dio Denaro. Il libro del professor Ghisolfi fornisce una specie di carta di identità di  esponenti di banche, che nulla hanno a che fare con accertamenti di Magistrature; parla di 35 persone “per bene" con annotate le rispettive esperienze professionali, i tratti caratteriali; emergono così difficoltà, aneddoti, passioni sportive e culturali attraverso biografie autorizzate. Autorizzate perché la maggior parte sono autobiografie, altre sono frutto di interviste confidenziali rilasciate all'Autore. Tra i 35 VIP il ritratto bancario dell’avv. Corrado Sforza Fogliani, presidente di Assopopolari e Banca di Piacenza - … voce autorevole e coraggiosa, ha detto Gandolfi, che si batte con la schiena dritta in difesa dei valori che le banche di territorio rappresentano, di tenuta del sistema Paese. Le pagine 453-467 ne raccontano il suo primo accesso nell’Istituto bancario di via Mazzini come “debitore”, l’entrata nel consiglio di Amministrazione, la stima ricevuta dal Presidente avv. Francesco Battaglia al quale succederà, gli anni di militanza nella Gioventù e nel Partito Liberale con incarichi anche nazionali, la presidenza di Confedilizia; le cariche in Abi e in Assopopolari, i momenti di maggior impegno, le soddisfazioni tra le quali il fatto che la Banca non ha mai lasciato a secco i suoi Soci, l’acquisizione e la trasformazione di Palazzo Galli a crocevia della cultura piacentina, con le sale tutte dedicate, ciascuna a eminenti piacentini, e tanto altro, sempre seguendo l’insegnamento che un banchiere deve aver presente “Fare il passo che gamba consente”.

La presentazione ha lasciato spazio agli interventi di una platea alquanto interattiva che ha anche dato modo a Ghisolfi di affermare di non capire l’equazione “banchieri = poteri forti”. Semmai i banchieri hanno saputo resistere, tranne i pochi casi noti (7 istituti bancari su 500 banche italiane), ad un periodo di crisi terribile, mantenendo solide le loro imprese e continuando a sostenere l'economia. In questo senso sono sicuramente “forti”; poi c’è la bufala delle sofferenze bancarie dovute al credito elargito a piene mani agli amici. Oggi le sofferenze bancarie complessive del sistema bancario italiano sono circa 1.204.000; sarebbero molto più se nella concessione di linee di credito gli istituti bancari legati ai territori non avessero usato nelle loro valutazioni anche parametri di valenza sociale. Ghisolfi ha quindi affrontato il tema dell’educazione finanziaria, che in Italia sta a zero: “Non è conosciuta e insegnata nelle scuole, non se ne parla in Tv, dove si preferisce fare trasmissioni di cucina: da un’indagine Consob è emerso che il 96 per cento degli italiani non sa cosa voglia dire diversificare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La finanza italiana raccontata attraverso la storia personale di 35 banchieri virtuosi

IlPiacenza è in caricamento