Venerdì, 17 Settembre 2021
Economia

«La lotta ai cambiamenti climatici non può prescindere dalla lotta per la giustizia sociale e l’occupazione»

Cgil, Cisl e Uil di Piacenza sostengono e partecipano alla mobilitazione globale indetta per venerdì 19 marzo

(repertorio)

Cgil, Cisl e Uil di Piacenza sostengono e partecipano alla mobilitazione globale indetta dal movimento Fridays for Future per venerdì 19 marzo, Giornata mondiale di azione per il clima. «Lo slogan con cui viene lanciata la mobilitazione - “Niente più vuote promesse" – intende focalizzare l'attenzione pubblica sulla necessità di mettere in campo azioni immediate contro la crisi ambientale in atto e di programmare un uso razionale e mirato delle risorse volte a contrastare i cambiamenti climatici. La prima opportunità di mettere in atto azioni concrete per il clima è la definizione del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza). Con il Piano, il nuovo Governo dovrà definire le riforme, le missioni ed i progetti per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni del 55% al 2030 rispetto al 1990 e di neutralità climatica al 2050, destinando almeno il 37% delle risorse complessive all’azione per il clima». «Siamo convinti, oggi più che mai - prosegue la nota congiunta dei sindacati - che garantire l'attuazione di questi impegni significhi non solo favorire il passaggio verso un'economia a bassa emissione di carbonio, ma anche concretizzare un’occasione preziosa per attrarre nuovi investimenti e, soprattutto, accompagnare le lavoratrici e i lavoratori verso una realtà di occupazione socialmente e ambientalmente equa, in cui nessuno sia lasciato indietro. Cgil, Cisl e Uil a livello regionale e provinciale da sempre rivendicano la propria azione di sensibilizzazione, promozione, monitoraggio e proposte sulle delicate e complesse questioni ambientali. Ed alla fine dell'anno appena trascorso, coscienti dell’importanza e della stretta connessione fra salute, ambiente, clima, società ed economia con la Regione Emilia Romagna, gli Enti locali, le associazioni datoriali, il terzo settore e volontariato, le università e associazioni ambientaliste hanno sottoscritto il Patto per il Lavoro e per il Clima. Il Patto si propone di accompagnare la Regione Emilia Romagna nella “transizione ecologica”, salvaguardando i principi della “Giusta Transizione” (difendere l’ambiente tutelando il lavoro) e attuando gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 per lo sviluppo sostenibile». «Per questi motivi, così come avvenuto per tutti i precedenti scioperi globali per il clima - conclude la nota -  Cgil, Cisl e Uil di Piacenza, unitamente ai livelli nazionali e regionali, sostengono e partecipano alla mobilitazione globale indetta per il prossimo 19 marzo, ribadendo che la lotta ai cambiamenti climatici non può prescindere dalla lotta per la giustizia sociale e l’occupazione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«La lotta ai cambiamenti climatici non può prescindere dalla lotta per la giustizia sociale e l’occupazione»

IlPiacenza è in caricamento