Lavoro domestico, Assindatcolf: «Il 10 ottobre scadenza contributi»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Lavoro domestico: è tempo di versare i contributi previdenziali. Assindatcolf, Associazione Nazionale dei Datori di Lavoro Domestico (componente Fidaldo, aderente Confedilizia) ricorda a tutte le famiglie che hanno alle proprie dipendenze una tata, una badante o una colf, che lunedì 10 ottobre scadrà il termine per il versamento all’Inps dei contributi relativi al 3° trimestre 2016 (luglio-settembre). Stessa ‘deadline’ e stesse modalità anche per Cassa colf: versare i contributi è un obbligo contrattuale e assicura prestazioni sanitarie ai lavoratori. Andranno alla cassa per la prima volta anche tutti quei nuovi datori di lavoro che hanno avviato una collaborazione domestica nel trimestre che scade a settembre, un mese che quest’anno, secondo le rilevazioni Assindatcolf, ha registrato un incremento nel numero di assunzioni nel settore domestico (+29%) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Secondo l’Osservatorio statistico dell’associazione ad aumentare sono prevalentemente le colf nonostante si registrino timidi segni positivi (+2%) anche nel settore dell’assistenza alla persona, quindi per figure come badanti e baby sitter. Per informazioni e assistenza è possibile rivolgersi alla locale Sezione di Assindatcolf, presso la sede dell'Associazione Proprietari Casa-Confedilizia, sita in Piacenza, Via del Tempio, 29 (Piazza della Prefettura). Uffici aperti tutti i giorni dalle 9.00 alle 12.00, lunedì, mercoledì e venerdì anche dalle 16.00 alle 18.00 (telefono 0523.327273 – fax 0523.309214); e-mail: assindatcolf@confediliziapiacenza.it.

Torna su
IlPiacenza è in caricamento