Lutto all'Oi Pomodoro del Nord, è scomparso il presidente Pier Luigi Ferrari

Il cordoglio di tutta la filiera

È scomparso, improvvisamente, questa mattina, a 71 anni, il presidente dell’OI Pomodoro da industria del Nord Italia Pier Luigi Ferrari, alla guida dell’organizzazione nelle sue varie fasi di sviluppo per quasi dieci anni. Ferrari – in passato sindaco di Borgotaro (Pr), assessore e vicepresidente della Provincia di Parma - ha seguito passo dopo passo il percorso di nascita e di crescita dell’OI favorendo il dialogo, non scontato e semplice, tra la componente agricola, quella di trasformazione industriale e il mondo istituzionale e della ricerca promuovendo la sinergia tra pubblico e privato.

Fu Ferrari, all’epoca assessore provinciale all’Agricoltura a Parma, a promuovere nel 2006, di fronte ad una situazione di crisi e ad una prospettiva di forte cambiamento nell’Ocm ortofrutta, una serie di incontri che spinsero le imprese e le Op del territorio di Parma, Piacenza e Cremona, a creare un’associazione tra i principali soggetti della filiera per iniziare un percorso comune. Sempre Ferrari seguì in prima persona i passaggi successivi con il progressivo coinvolgimento di nuovi attori e l’allargamento del territorio di competenza a tutto il Nord Italia e in particolare alle regioni Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto e alla Provincia Autonoma di Bolzano

Nel ruolo di presidente era stato confermato, l’ultima volta, nel giugno del 2014 per la guida di un’organizzazione che conta oggi circa 2mila produttori agricoli e 29 stabilimenti di trasformazione per la lavorazione di circa 2,6 milioni di tonnellate di pomodoro ogni anno.

La parola d’ordine che ha ispirato l’operato di Ferrari è sempre stata quella della coesione. “Questa filiera deve restare unita – le parole che ha pronunciato in assemblea proprio giovedì scorso -. Deve dialogare, sapersi confrontare, quando serve anche aspramente, sui temi del settore. Ma poi deve ritrovare un’unità di intenti per agire compatta verso la valorizzazione di un pomodoro di gande qualità come quello prodotto nel Nord Italia”. Vicepresidenti, componenti del comitato direttivo, soci e personale dell’OI esprimono il loro cordoglio e vicinanza alla famiglia.

 Il cordoglio del sindaco Dosi per la scomparsa di Pier Luigi Ferrari

“Con Pier Luigi Ferrari se n’è andata una figura autorevole, competente, stimata per la sua capacità di difendere e valorizzare le eccellenze del territorio. Questa è stata la cifra del suo impegno politico e istituzionale, che ha trovato piena espressione e riconoscimento nel suo ruolo alla guida dell’Organizzazione interprofessionale del Pomodoro del Nord Italia”. Così il sindaco Paolo Dosi, a nome del Comune di Piacenza, esprime il cordoglio per la scomparsa dell’ex sindaco di Borgotaro e vicepresidente della Provincia di Parma, presidente del Distretto del Pomodoro. “In tutti gli ambiti in cui ha operato – rimarca Dosi – Pier Luigi Ferrari ha saputo interpretare al meglio l’importanza di fare squadra, di unire realtà limitrofe per far crescere il sistema e porsi, in un mercato sempre più complesso, come rete forte e capace di reggere la concorrenza. E’ stato uomo di dialogo e confronto, che con grande onestà intellettuale ha costantemente lavorato per favorire la collaborazione tra territori diversi, anticipando i tempi anche in questo. Ai suoi familiari porgo le più sentite condoglianze, unendomi alle tante voci che dimostrano, nel ricordarne le doti, quanto siano profonde e solide le radici che ha seminato”. 

CONFAPINDUSTRIA RICORDA PIER LUIGI FERRARI - Cristian Camisa Presidente di Confapindustria Piacenza associata al Distretto Nord del Pomodoro da Industria ricorda il grande lavoro svolto da Pier Luigi Ferrari, che ha contribuito alla crescita del nostro territorio valorizzandone l’eccellenza e la qualità; infaticabile nel suo impegno ha garantito equilibrio tra le varie componenti; interpretando al meglio l’idea di fare squadra e rilanciando in tal modo il comparto del pomodoro. Per Dario Squeri Presidente di Steriltom e Presidente del Comitato di Gestione di Pomorete, Pier Luigi è stato un precursore verso l’organizzazione della filiera del pomodoro e dell’Organismo delle OI; è stato un caro amico ed un attento sostenitore del progetto “Pomorete”. Gianni Maini Presidente Unionalimentari Confapindustria Piacenza nell’esprimere cordoglio alla famiglia ricorda l’importante impegno svolto da Ferrari verso le problematiche dell’agricoltura regionale e piacentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento