Martedì, 16 Luglio 2024
Agricoltura

«Terrepadane, risultato chiaro e netto. Stop a contenziosi, proseguiamo in serenità»

Intervista a Marco Crotti, confermato alla presidenza della cooperativa piacentina

«Tutta questa vicenda ha comportato un notevole dispendio di energie ed anche tante risorse; il supporto incontrovertibile, fermo, convinto, quasi commovente, della stragrande maggioranza dei soci, nonché di tutti i dipendenti, è stato un messaggio di fiducia per tutto il Consiglio di Terrepadane. Ora intendiamo proseguire con serenità ed immutato impegno il nostro lavoro, con un consorzio che ha fatto (e continuerà a farlo) la storia dell’agricoltura piacentina, una cooperativa fondata su valori di cui ci sentiamo eredi e che ha reso grande il territorio piacentino per la qualità e la diversificazione produttiva. Non mi sono sentito mai solo e mai come questa volta possiamo dirsi fallito quel motto, “divide ed impera”, che sovente ha caratterizzato il nostro mondo; al mio fianco ho avvertito forte l’appoggio di alcune organizzazioni professionali, della cooperazione e delle istituzioni piacentine».

Supportato da tutta l’organizzazione, con il direttore generale Dante Pattini in testa (il giorno precedente l’assemblea elettiva, con una lettera aperta, i dipendenti avevano evidenziato il loro attaccamento all’azienda), il confermato presidente di Terrepadane Marco Crotti ora si dice sereno e pronto a riprendere un cammino di innovazione a fianco degli imprenditori agricoli piacentini e delle altre province in cui opera la cooperativa, ovvero Milano, Lodi, Pavia, Bergamo e Monza Brianza.

«Con questo risultato chiaro e netto - sottolinea Crotti - speriamo di aver posto la parola fine a tutti i contenziosi che in questi ultimi due anni hanno creato non pochi problemi alla nostra cooperativa, anche se sono consapevole che questo pseudo-contenzioso frutto di giochi di potere, proseguirà; ma questo responso delle elezioni del Consiglio di Amministrazione di Terrepadane è una vittoria chiara e limpida; nella storia della cooperativa mai si era avuta una partecipazione dei soci al voto così numerosa». 

«Gli oltre 700 voti espressi - prosegue - rappresentano un numero record con il 53% del capitale sociale, che supera la già altissima partecipazione all’assemblea dello scorso maggio per l’approvazione del bilancio. Lo svolgimento del voto ha avuto luogo in maniera regolare, senza intoppi grazie all’organizzazione messa a punto dal personale di Terrepadane con ben 8 postazioni e circa 30 dipendenti coinvolti. E - chiarisce Crotti - proprio per non dare adito ad alcun contenzioso, la votazione è stata espressa con schede bianche, senza nessun nome pre-stampato. Ne è scaturito un risultato che ci dà forza per continuare il nostro lavoro per il bene di Terrepadane e di tutta l’agricoltura».

I soci hanno riconfermato i consiglieri uscenti: Marco Crotti, Vittorio Castagnola, Giampiero Cremonesi, Giuseppe Croce, Gian Paolo Gentili, Umberto Gorra, Pierluigi Guidi, Paolo Loschi, Matteo Mazzocchi, Stefano Repetti, Pierluigi Scrocchi e subito dopo il Consiglio ha confermato Crotti presidente e Matteo Mazzocchi suo vice. 

«Volontà dei soci - chiarisce Crotti - inequivocabile, una partecipazione compatta, seppur in una stagione in cui gli imprenditori agricoli sono impegnatissimi nei campi; espressione di una volontà e determinazione a difendere il loro Consorzio, per il bene di tutto il territorio in cui il nostro Consorzio è storicamente radicato, così nelle nuove provincie; un punto di riferimento tecnico per l’attività di tutti i soci e non, così come è stato da oltre un secolo. Continueremo a puntare sulle nuove tecnologie, a cominciare dalla fertirrigazione di cui siamo leader, tanto che non riusciamo a soddisfare tutte le richieste, ma anche vogliamo impegnarci in tutti i diversificati settori che ci hanno consentito di ottenere bilanci ogni anno migliori; questo grazie ad una affiatata squadra composta da tanti giovani e coordinata da un ottimo direttore, qual è Dante Pattini e con un Consiglio coeso che ho sempre sentito convintamente al mio fianco, pronti ad affrontare le sfide del futuro, compresi gli attacchi alla nostra autonomia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Terrepadane, risultato chiaro e netto. Stop a contenziosi, proseguiamo in serenità»
IlPiacenza è in caricamento