rotate-mobile
L'analisi

«Metà dei lavoratori richiesti dal mercato piacentino è introvabile»

Ruozzi (Camera di Commercio): «Nel 47% dei casi le imprese non trovano candidati, nel 30% questi non hanno un’adeguata preparazione»

Il “mismatch” fa perdere 38 miliardi di euro di Pil italiano e Piacenza non è esente dal problema, come più volte denunciato dalle associazioni degli imprenditori. Questo squilibrio tra domanda e offerta crea particolari sofferenze all’economia locale. Lo segnala anche Matteo Ruozzi della Camera di Commercio dell’Emilia, che ha rielaborato i “dati Excelsior” per il nostro territorio. «Piacenza - ha spiegato - riscontra difficoltà nel reperire i profili professionali che le aziende cercano». Sono migliaia i posti di lavoro vacanti in tutta Italia perché imprese e lavoratori non s’incontrano, per diverse ragioni, a metà strada.

«Nel 48% delle ricerche di personale delle aziende piacentine nel corso del 2023 - prosegue l’esperto -  si è verificato questo mismatch, dato in rialzo rispetto al 2022, quando era del 40%». La metà dei posti di lavoro vacanti è quindi sguarnito.

Come mai? «In questo territorio nel 47% dei casi “mancano i candidati”, nel 30% questi non hanno l’adeguata preparazione richiesta».

1-121

2-130

3-75

4-68

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Metà dei lavoratori richiesti dal mercato piacentino è introvabile»

IlPiacenza è in caricamento