Migliorare la produzione del pomodoro da industria: martedì 3 dicembre il convegno a Piacenza

Appuntamento alle 10 al Palazzo dell’Agricoltura. Incontri di approfondimento promossi dall’OI Pomodoro da industria del Nord Italia su sperimentazione varietale e gestione delle problematiche fitosanitarie

L’Organizzazione Interprofessionale del Pomodoro da Industria del Nord Italia scende in campo a fianco degli agricoltori per trattare i temi della sperimentazione varietale, attività finanziata dai soci dell’OI, e delle problematiche fitosanitarie del pomodoro da industria. Lo fa proponendo due convegni di approfondimento in programma a Piacenza e a Ostellato (Ferrara) aperti alla partecipazione di tutti gli operatori del settore e durante i quali saranno presentati i risultati della sperimentazione varietale 2019 e le attività coordinate e finanziate dall’OI.

Nel primo incontro – martedì 3 dicembre alle 10 nella sala Bertonazzi del Palazzo dell’Agricoltura di via Colombo 35 a Piacenza (registrazione dei partecipanti dalle 9.45) – introduzione del presidente dell’OI Tiberio Rabboni con presentazione dell’attività sperimentale e dei servizi dell’interprofessione. A seguire Sandro Cornali dell’Azienda agraria sperimentale Stuard e Paolo Rendina di Sata-Cadirlab srl illustreranno i risultati dei confronti varietali 2019 a Parma e Piacenza, attività coordinata e finanziata dall’OI. Quindi focus sulla lotta biologica al ragnetto rosso con i fitoseidi, progetto cofinanziato dall’OI, a cura di Ruggero Colla del Consorzio fitosanitario provinciale di Piacenza e presentazione a cura di Emanuele Mazzoni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza del progetto Idra (Innovazione della difesa fitosanitaria contro il ragnetto rosso per la filiera del pomodoro da industria) al quale l’Oi partecipa come partner. Il convegno proseguirà con l’intervento sulle infestazioni 2019 da Ralstonia a cura del Consorzio fitosanitario provinciale di Parma. Infine intervento di Alessandro Piva, responsabile del Servizio agronomico Cio e referente per l’OI per la concertazione dei disciplinari di produzione integrata 2020 per il territorio del Nord Italia. L’appuntamento è promosso dall’OI in collaborazione con Azienda agraria sperimentale Stuard, Sata, Ssica (Stazione sperimentale per l’industria delle conserve alimentari), Consorzio fitosanitario di Piacenza, Servizio fitosanitario regionale dell’Emilia Romagna ed Università Cattolica del Sacro Cuore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel secondo incontro – martedì 10 dicembre alle 10 nella sala Corte Valle all’interno del Museo del territorio in Strada Mezzano 14 ad Ostellato (Ferrara) – dopo il discorso introduttivo del presidente dell’OI Tiberio Rabboni, parola a Paolo Pasotti di Astra innovazione e sviluppo che presenterà i risultati dei confronti varietali 2019 dell’OI in provincia di Ferrara. Quindi Ruggero Colla (Consorzio fitosanitario provinciale di Piacenza) parlerà della lotta biologica al ragnetto rosso con i fitoseidi e Clelia Tosi (Servizio fitosanitario della Regione Emilia-Romagna) delle infestazioni 2019 da Ralstonia. Infine Claudio Salotti (Ainpo e referente OI per la gestione delle deroghe fitosanitarie) illustrerà il lavoro di concertazione sui disciplinari di produzione integrata del Nord Italia e le novità per l’anno 2020 nel territorio del Nord Italia e sulla gestione dell’OI delle deroghe fitosanitarie. L’incontro di Ostellato è promosso dall’OI in collaborazione con Astra, Ssica (Stazione sperimentale per l’industria delle conserve alimentari), Servizio fitosanitario dell’Emilia-Romagna e Consorzio fitosanitario provinciale di Piacenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento