Montagna, il Consorzio di Bonifica ha in programma 18 interventi nel 2021

Nuovo incontro del Nucleo Tecnico Politico per la montagna per fare il punto sull’avanzamento dei lavori e sull’avvio della programmazione degli interventi in tema di difesa del suolo

Nuovo incontro del Nucleo Tecnico Politico per la montagna per fare il punto sull’avanzamento dei lavori e sull’avvio della programmazione degli interventi in tema di difesa del suolo per il prossimo anno (concertazione stabilita dall’art. 3 della Legge Regionale n. 7 del 6 luglio 2012).

A partire da un elenco di proposte di lavori relative alla lotta al dissesto idrogeologico provenienti da Unioni Montane e comuni non compresi (nelle unioni), i tecnici consortili hanno effettuato sopralluoghi e compilato le relative schede di progetto complete di stima dei costi e priorità secondo cui essere eseguiti. Complessivamente si tratta di 18 interventi da realizzare nel 2021 sull’intero comprensorio montano. Il programma è stato discusso e approvato.

Durante l’incontro è poi stato poi riferito in merito ai progetti finanziati tramite bando PSR (Piano di Sviluppo Rurale) 2014/2020 misura n. 5.1.01 della Regione Emilia Romagna (linea di finanziamento regionale indirizzata a investimenti in azione di prevenzione volte a ridurre le conseguenze delle calamità naturali e avversità climatiche – prevenzione danni da fenomeni franosi al potenziale produttivo agricolo). Su 31 progetti, 26 sono da appaltare e 5 in fase progettuale. Tutti gli interventi saranno realizzati entro il prossimo anno.

Infine è stato reso noto il finanziamento da parte dell’Agenzia di Protezione Civile della Regione Emilia Romagna di 6 progetti presentati in seguito agli eventi calamitosi dello scorso novembre. Di questi 4 sono in territorio montano e 2 in quello di pianura e anch’essi saranno realizzati entro il 2021.

Hanno partecipato all’incontro: Andrea Aradelli (Vice Sindaco di Alta Val Tidone), Simone Maserati (Sindaco di Gazzola), Renato Martini (Consigliere di Rivergaro), Carlotta Oppizzi (Presidente Alta Val Nure e Sindaco di Ferriere), Paolo Calestani (Presidente dell’Unione Montana Alta Val d’Arda, Sindaco di Morfasso e Consigliere del Consorzio), Claudio Maschi (Consigliere del Consorzio). Per il Consorzio erano presenti Angela Zerga (Direttore Generale), Gianluca Fulgoni ed Edoardo Rattotti (tecnici responsabili delle aree montane).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento