Nasce la LARCons: vogliamo difendere i consumatori piacentini

Una neonata associazione per tutelare i consumatori e i risparmiatori. È il progetto di Maurizio Vici e di un pool di 10 professionisti che si sono trasformati subito in soci fondatori. “Ognuno di noi, in ogni momento della giornata, è un consumatore di qualcosa”. L'obiettivo? Associare quante più persone possibili perchè l'unione, in questi casi, fa davvero la forza

Maurizio Vici
Adesso i consumatori piacentini hanno una marcia in più. Anzi una voce in più. È la LARCons, la Libera Associazione dei risparmiatori e dei Consumatori.  L'ha voluta Maurizio Vici per difendere chi è da sempre l'anello debole della catena economico – commerciale. “L'idea è stata mia” dichiara Vici, attuale presidente, nell'intervista che ha rilasciato al nostro giornale “due anni fa abbiamo iniziato con un blog” e ora sono una associazione in carne ed ossa. Ma creare una rappresentanza, anche per il più nobile degli intenti, non è semplice: “Attraverso contatti e amici vari ho cercato di creare una squadra che potesse aiutarmi, nei ritagli di tempo, per dare sostegno ai consumatori e ai risparmiatori” spiega ancora il fondatore.

Aiutare in cosa, è presto detto: a comprare il prodotto o il servizio migliore con il migliore rapporto qualità prezzo e soprattutto ad evitare qualche pubblicità ingannevole, ad imparare a leggere in maniera opportuna una bolletta, a disdettare un operatore telefonico piuttosto che una pay-tv o una assicurazione. Cercheremo anche di aiutare gli utenti che pensano di aver ricevuto a torto una multa (che chiaramente  sia difendibile) e metteremo in moto iniziative diverse con l’ambizione di poter diventare un riferimento per i consumatori tutti.
  Ognuno di noi, in ogni momento della giornata, è un consumatore di qualche cosa  

Alla LARCons possono rivolgersi  “i privati, gli esercenti o le imprese che vogliano avere un riferimento immediato agli interrogativi che tanti documenti, spese o preventivi possono far nascere, con la sicurezza di avere un buon consiglio dato da professionisti dei vari argomenti”. Non solo: oltre alla consulenza commerciale e legale extragiudiziale “la nostra associazione fornisce con la tessera personale uno sconto variabile in decine di negozi, ristoranti, palestre, agenzie”.

Il motore della LARCons è una massima, estremamente reale e concreta nella sua ovvietà: “ognuno di noi, in ogni momento della giornata, è un consumatore di qualcosa”. Maurizio Vici è orgoglioso della sua associazione, ma non manca – nel corso della nostra chiacchierata – di elencare uno ad uno i soci fondatori che, come lui, hanno creduto nel progetto. In tutto sono dieci, quattro dei quali avvocati: Rosarita Mannina, Raffaella Vignati, Isabella Stefanelli, Filippo Rossi; un commercialista, Cristina Betti, con il ruolo di  consulente dell’Associazione, un geometra sig. Paolo Merli e a seguire Marco Girometti, Brando Zanon, Maurizio Marippi e Luigi Zilli.

L'associazione è neonata, ma sembra promettere bene: “Abbiamo in progetto un convegno sui consumatori per il mese di dicembre e tante iniziative che annunceremo dopo che saremo partiti ufficialmente” spiega ancora il presidente Vici. Infatti la nostra è una intervista in anteprima. “Stiamo valutando alcune proposte di locali per aprire una nostra sede primaria a Piacenza” continua Vici; “stiamo già convenzionando tanti esercizi commerciali e credo tra pochi giorni cominceremo anche a diffondere un modulo di adesione per gli associati”. Il modulo spiegherà il messaggio di LARCons e come entrarne a far parte. 

L'ultima domanda, prima di lasciare il neo presidente agli ultimi ritocchi, sembra quasi ovvia. L'unione fa la forza, soprattutto per quanto riguarda i consumatori, da sempre l'anello debole della nostra economia. Sono bistrattati, truffati, maltrattati: quali sono gli obiettivi  che vi prefiggete come associazione per il vostro primo anno di vita?

La risposta arriva senza tentennamenti e se potesse realizzarsi, i consumatori sarebbero davvero al giro di boa: “E’ vero che l’unione fa la forza, infatti crediamo di trovare un appoggio in tanti cittadini e consumatori. Si potrebbero attivare in casi di evidente pubblicità ingannevole le procedure di Class Action che credo le grandi aziende non gradiscano mai. Il nostro primo anno di vita vorrebbe associare tante persone che cerchino delle risposte e che ci aiutino anche a diventare grandi, concreti e sempre più presenti nelle scelte di mercato dei consumatori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento