Negri (Confcoop): «Le prime a essere danneggiate sono le vere cooperative»

Il presidente di Confcooperative interviene dopo l’inchiesta della Guardia di Finanza che ha coinvolto una coop piacentina

Daniel Negri

«Il recente fatto di cronaca, mi permette come presidente di Confcooperative di ribadire con forza alcuni concetti generali, già più volte espressi in questi anni, anche come consigliere della Camera di Commercio. Va detto a chiare lettere che le nostre cooperative associate sono i primi soggetti ad essere danneggiati dalle false cooperative (le cosiddette cooperative spurie) o da soggetti privati “apri e chiudi” che hanno inquinato l’economia con fenomeni distorsivi del mercato, con “dumping contrattuale” ed irregolarità varie. Purtroppo il settore della logistica, o comunque quello degli appalti di servizio è quello che ha registrato in questi anni la maggior perdita di cooperative piacentine, stritolate dalla concorrenze sleale, i danni sono doppi, chiudono cooperative che rispettano le regole e contemporaneamente il nome dell’impresa cooperativa viene mortificato».

«Ancora una volta però ritengo sia necessario - puntualizza il presidente Negri - far presente che il focus e l’attenzione debbano sempre riguardare l’intera filiera imprenditoriale e produttiva, troppo spesso le committenze adottano la logica del massimo ribasso a discapito della qualificazione del servizio e dei fornitori stessi. Allo stesso tempo, però, ci sono anche diverse realtà che hanno scelto di investire nella direzione opposta prediligendo fornitori professionali e qualificati».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Falciata mentre soccorre un automobilista, grave una ragazza

  • Dal Po affiora un cadavere nella diga di Isola Serafini

  • Sfigurata nello scontro mortale, per il riconoscimento servirà il test del Dna

  • Si ustiona con una pentola d'acqua bollente, gravissima

  • Furgone centrato da un'auto travolge un ciclista e si schianta contro un muro: tre feriti

  • Con il tir sfonda il guard rail e precipita dal viadotto nel deposito Seta: è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento