rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Economia

Nuove Rsu della scuola, l'appello al voto della Cisl

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Oggi, giovedì 19 aprile, è l’ultimo giorno utile per votare nelle elezioni per il rinnovo delle RSU nelle scuole piacentine. Nella nostra provincia il problema più comune, quello con cui gli eletti si dovranno subito confrontare, è costituito dalla mancanza di dirigenti scolastici. Le scuole senza preside titolare sono già 12 e l'anno prossimo aumenteranno probabilmente a 16, per pensionamenti possibili. Molti dirigenti sono perciò impegnati in reggenze che li distolgono da un impegno esclusivo nella propria scuola. Una vera emergenza a cui non è certo il prossimo concorso per dirigenti possa dare subito, già nell’anno scolastico 2018/2019, tutte le risposte che gli studenti meritano, e che docenti e collaboratori attendono in modo particolare perché il nuovo contratto riconosce alla contrattazione di secondo livello, proprio quella che deve essere elaborata tra dirigenti e RSU, un ruolo rafforzato, più ampio e di maggior valore, anche economico.

Nella nostra provincia le urne sono aperte in 34 istituzioni scolastiche. In ognuna di esse il sindacato di Via Cella ha presentato la propria lista, per un totale di 134 candidati. Si va dai i centri scolastici più piccoli come il Centro di educazione degli adulti che conta 40 unità, ai grandi centri scolastici come il Marcora (260 dipendenti) e il Centro scolastico comprensivo di Rottofreno (235 dipendenti). La novità è costituita dal Centro scolastico Valnure che elegge per la prima la sua RSU su un territorio particolarmente esteso.

Paola Votto, Segretaria Generale aggiunta Cisl Scuola Parma Piacenza sottolinea l’importanza di questa scadenza elettorale facendo appello al ruolo centrale che il lavoratore come persona riveste per il sindacato di Via Cella. “Anche in questa occasione, con coerenza, abbiamo dedicato attenzione in primo luogo alla scelta dei candidati, persone ben conosciute dalle comunità scolastiche in cui operano. Ci stiamo quindi preparando, aggiunge Paola Votto ad una stagione di impegno straordinario, sia nelle realtà dove il dirigente c’è che nelle altre. Chiediamo a docenti e personale di votare Cisl Scuola per darci autorevolezza rispetto alle controparti, e la forza di portare avanti le nostre proposte”.

La Cisl Scuola si presenta al voto per il rinnovo delle RSU nei luoghi di lavoro con la sua identità di sindacato riformatore, autonomo, pluralista, responsabile, che fa del confronto e del negoziato il terreno privilegiato del suo agire. E che perciò rivendica, a livello nazionale, il risultato della sottoscrizione del nuovo contratto scuola, che vedrà la firma definitiva, presso l’Aran a Roma proprio oggi, 19 aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove Rsu della scuola, l'appello al voto della Cisl

IlPiacenza è in caricamento