Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

«Orgogliosi della qualità dei nostri prodotti»

Consueto briefing di fine anno per il Consorzio Piacenza Alimentare presso Casa Calciati a Quarto di Gossolengo

“Dobbiamo essere orgogliosi di quello che facciamo; dobbiamo lavorare insieme e non essere timidi, ma consapevolmente forti della qualità dei nostri prodotti”. Un’affermazione senza incertezze quella del presidente del Consorzio Piacenza alimentare Sante Ludovico per sottolineare quanto sia indispensabile il “lavoro di squadra” e la comunicazione della qualità dei prodotti del territorio piacentino, per consolidare l’eccellente lavoro, suffragato da più che buoni risultati, svolto fino ad ora sui mercati esteri dal Consorzio che oggi riunisce oltre cento soci che operano in tutte le categorie dell’agro-alimentare piacentino.

I dati, presentati presso Casa Calciati a Quarto di Gossolengo nella consueta riunione per gli auguri natalizi, sono significativi: nel primo semestre di quest’anno il volume di affari si attesta su 107 milioni, solo leggermente inferiore al 2015 quando fu di 115. Con un calo del 7,1%. Ma nel triennio, la crescita è stata del 23%, contro il 4 registrato in Regione.

I settori trainanti sono stati le passate, i sughi ed i condimenti; bene le bevande ed i prodotti da forno; lieve calo per caseari, per frutta ed ortaggi, sensibile per la carne. Confortanti i risultati dell’export per il Belgio, Stati Uniti, Russia (vino e bevande) e  Cina “dove i nostri prodotti sono particolarmente apprezzati e per questo vogliamo coinvolgere il maggior numero di aziende, anche quelle di piccole dimensioni, con il coordinamento del nostro Consorzio, perché ci sono occasioni per tutti. Un Consorzio con un consiglio rinnovato, del quale fanno parte giovani e donne.

Gli obiettivi- ha soggiunto Ludovico- sono il consolidamento delle posizioni acquisite, ulteriore espansione in Giappone e ricerca di nuovi mercati europei tramite le partecipazione a Fiere (Marca, Dubai, Tokio, Cibus, Tuttofood, Plma, New York ed Anuga a Colonia), workshop ed incontri con delegazioni, possibilmente facendoli visitare il nostro straordinario territorio che produce le nostre eccellenze”.

Un concetto ribadito dal vicepresidente Stefano Perini che ha ribadito la necessità “della consapevolezza di vivere in una terra straordinaria”. Rosaria Maestri ha ricordato l’espansione delle vendite per il grana padano che oltretutto sarà il formaggio utilizzato da una importante flotta italiana per le crociere, mentre Paolo Dallagiovanna ha confermato la piena disponibilità del Consorzio per sostenere i soci nelle incombenze burocratiche. Per Alberto Bertuzzi è “essenziale puntare sul territorio, farlo conoscere ad un consumatore sempre più attento. Tutti i soci si sono innovati ed hanno offerto una spinta fondamentale alla crescita”.

Infine, prima del brindisi augurale, il saluto a Luca Groppi di Confindustria Piacenza ed a Cinzia Pastorelli di Coldiretti per il sostegno al Consorzio e la consegna di un contributo alla Cri di Piacenza rappresentata da  Alessandro Guidotti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Orgogliosi della qualità dei nostri prodotti»

IlPiacenza è in caricamento