menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I premiati

I premiati

Oscar Coldiretti, premiata la piacentina "Biofilia"

Consegnati i premi alle eccellenze agricole under 35 dell’Emilia Romagna

L’azienda “Biofilia” dedita all’allevamento di galline ovaiole e ornamentali a Sariano di Gropparello nel Piacentino ha ricevuto ieri sera, mercoledì 24 luglio, la menzione speciale del premio “Campagna Amica” degli Oscar Green 2019 organizzati da Coldiretti Emilia Romagna.

A ritirare il riconoscimento per “Biofilia” è stata Grazia Invernizzi, giovane pavese trasferitasi con il compagno Mauro Fumagalli nel Piacentino dal 2017. La coppia alleva all’aperto con metodo biologico 250 galline, di cui 200 ovaiole e 50 ornamentali. Tra queste ultime ci sono la padovana Ciuffata e la polverara che è una razza in via di estinzione, della quale la giovane è selezionatrice a livello nazionale da otto anni. Per accrescere la rete di vendita delle uova, è ormai verso l’avvio il centro di imballaggio che Biofilia ha realizzato insieme al neonato laboratorio alimentare e di smielatura, per la realizzazione di confetture, giardiniere e naturalmente per la produzione del miele.

Secondo uno studio di Coldiretti regionale su elaborazione dei dati di Unioncamere le aziende agricole condotte da giovani in Emilia Romagna sono 2287, il 4% in più rispetto al primo trimestre del 2018. Inoltre il comparto agricolo è l’unico, per quanto riguarda gli under 35, a far registrare dati in crescita, con industria, commercio, costruzioni e servizi tutti in calo rispetto al primo trimestre del 2018.

Di questi temi si è dibattuto durante la tavola rotonda: “Agricoltura è futuro”. Vi hanno preso parte il presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, l’Arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi, il prof. Felice Adinolfi e il presidente di Coldiretti Emilia Romagna, Nicola Bertinelli.

«Chi meglio delle aziende agricole gestite da giovani può rappresentare il futuro? I giovani agricoltori – ha detto l’Arcivescovo Zuppi – vanno sostenuti nel loro compito di garantire delle prospettive importanti all’agricoltura e un’impagabile tutela del territorio».

«L’innovazione in agricoltura – ha dichiarato il presidente della Regione, Stefano Bonaccini – passa dalla nuova generazione degli agricoltori; sono loro che sapranno collocare l’agricoltura all’interno di una società in continuo mutamento e nella quale il comparto agricolo avrà un’importanza sempre maggiore».

A guidare la delegazione piacentina Marco Crotti, presidente di Coldiretti Piacenza e Davide Minardi, delegato di Coldiretti Giovani Impresa Piacenza.

Tutti molto innovativi i progetti premiati: dall’allevamento di novellame, praticamente i pulcini delle vongole, pensato per ripopolare la sacca di Goro ai foulard realizzati a Sarsina con la seta non violenta e intrisi di oli essenziali che vengono rilasciati sulla pelle lungo la giornata. Ma c’è anche l’aglio nero realizzato con il DOP di Voghiera, il centro “Eskere!” di Codemondo dove i ragazzi imparano a lavorare con le api, il pilates nel frutteto, sull’appennino parmigiano, le vigne di lambrusco del modenese in cui si aiutano i diversamente abili, il ranch yankee a due passi da Ravenna e l’associazione delle fattorie didattiche con sede a Bologna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Patate, in Appennino quelle di qualità sono di casa

Attualità

Podenzano, Piva toglie le deleghe all’assessore Scaravella

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento