Parco del Trebbia, compiuti i primi passi

Incontro alla Provincia di Piacenza con i rappresentanti dei Comuni dell’area interessata, da Calendasco a Rivergaro. Entro l’estate ci sarà la legge regionale che istituirà il parco. Il castello di Rivalta prima sede. A breve la campagna comunicativa

Al centro Borghi e Zanichelli
L’assessore provinciale Alberto Borghi - Programmazione e Sviluppo economico - mette le mani avanti: “Quando nasce un parco si sa la data d’inizio, quella della conclusione… è difficile da prevedere”. Come dire: l’impegno massimo è di partire entro le elezioni provinciali, per il resto, chi vivrà vedrà.

Parco del Trebbia atto primo. Si sono riuniti questa mattina, infatti, in corso Garibaldi, i rappresentati dei Comuni coinvolti - Gossolengo, Calendasco, Piacenza, Rivergaro, Gazzola, Gragnano e Rottofreno - e gli attori degli enti provinciali e regionali. L’ordine del giorno era fare il punto sulla situazione che vedrà il più importante fiume piacentino dopo il Po protagonista di un’area verde dedicata. Comunanza d’intenti e soddisfazione, questo è quanto è trapelato dalla riunione a porte chiuse. Prima di tutto, l’obiettivo è sciogliere l’iter legislativo.
  Stiamo per approvare un programma triennale di aree protette da 20 milioni di euro  

“I parchi, per essere operativi - spiega l’assessore all’Ambiente dell’Emilia Romagna Lino Zanichelli - hanno bisogno di una legge regionale. Per questo contiamo di farla approvare dal Consiglio regionale entro l’inizio d’estate”.

Il parco, all’incirca, seguirà il corso del Trebbia fino a Rivergaro, a partire dalla foce, a Calendasco. Una ventina di chilometri, dunque. Si allargherà a seconda dello spazio naturale accanto al letto, proporrà percorsi naturali, sentieri, informazioni ambientali. Come prima sede si è pensato al castello di Rivalta, dove pare essere arrivati a un accordo di massima con i proprietari. Ma ogni Comune, lungo l’area, avrà un proprio info-point.

Questione economica: con il Piano di azione ambientale saranno circa 600mila gli euro messi a disposizione e, una volta messo in moto il tutto, dalla Regione arriveranno ulteriori fondi per circa 800mila euro. A questi si aggiungeranno 400mila euro accantonati dalla Provincia attraverso contributi giunti dalle cave e miniere.

La campagna comunicativa inizierà a breve. Saranno fatti un portale web - www.youtrebbia.it, ancora non attivo - e una brochure illustrativa, da mandare alle famiglie. Il progetto è grandissimo: “Vorremmo che il parco delle 5 Terre si unisse con quelli dell’Appennino Tosco - Emiliano in un percorso di fruizione di beni ambientali coordinato”, dice Zanichelli.
  La discordanza dei comuni sul parco è data da tensioni locali e politiche  

    Altro bolle in pentola in Regione. “Stiamo per approvare un programma triennale di aree protette che investirà 20 milioni di euro”, continua l’assessore. E se non tutti ci stessero? “Penso che la discordanza dei Comuni sul parco nasca più da tensioni locali e politiche. Un parco porta opportunità grandissime per il nostro futuro”, risponde fiducioso Zanichelli.

Dopo gli amministratori del territorio, questo pomeriggio, ci sarà l’incontro con le altre associazioni locali.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Si è costituito il conducente che ha travolto e ucciso Andrea Ziotti

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Centri commerciali chiusi nel fine settimana

  • Esce illeso dall'auto in fiamme ma vede in cenere la sua Dallara da 200mila euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento