menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della riunione

Un momento della riunione

"Piacenza per Expo 2015", continua la collaborazione tra i partner

Visti i risultati conseguiti nei sei mesi di Expo e nel periodo successivo, grazie anche all'efficace collaborazione che si è instaurata tra tutti i soggetti, pubblici e privati, seduti al tavolo di Ats "Piacenza per Expo 2015", i partecipanti all'incontro hanno deciso di proseguire il lavoro

La volontà di proseguire la collaborazione tra i soggetti pubblici e privati che hanno concorso al successo di Expo 2015. Questa l'indicazione emersa nella mattinata del 19 febbraio in Municipio, nel corso di una riunione del Consiglio di indirizzo di Ats "Piacenza per Expo 2015", cui hanno preso parte le istituzioni, le organizzazioni economiche e le associazioni di categoria che in questi mesi hanno lavorato insieme per valutare il programma e monitorare le attività dell'associazione temporanea di scopo, al fine di promuovere al meglio le eccellenze culturali, turistiche, enogastronomiche, sociali, commerciali e imprenditoriali piacentine in occasione dell’Esposizione universale di Milano.

Oltre al sindaco Paolo Dosi e agli assessori allo Sviluppo economico e al Commercio, Francesco Timpano e Giorgia Buscarini, erano presenti il presidente della Provincia Francesco Rolleri, Silvio Ferrari presidente di Ats "Piacenza per Expo 2015", Massimo Toscani presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano, Alfredo Parietti presidente dell'Unione Commercianti, Angelo Manfredini presidente di Piacenza Expo, Alessandro Saguatti segretario generale della Camera di Commercio e Vincenzo Filippini, segretario generale del Comune di Piacenza.

Visti gli ottimi risultati conseguiti nei sei mesi di Expo e nel periodo successivo, grazie anche all'efficace collaborazione che si è instaurata tra tutti i soggetti, pubblici e privati, seduti al tavolo di Ats "Piacenza per Expo 2015", i partecipanti all'incontro hanno deciso di proseguire il lavoro comune e di continuare nelle modalità operative di collaborazione condotte sino a oggi, anche per non perdere le opportunità che sono emerse in questi mesi, ma soprattutto per realizzare nuove iniziative di promozione e di richiamo turistico e garantire al sistema territoriale piacentino ulteriori occasioni di sviluppo, a livello sia nazionale che internazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento