Promozione della Coppa di Parma: «Dalla Regione ennesimo schiaffo a Piacenza»

Lo sostiene il consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan in riferimento ad un battage pubblicitario effettuato dalla Regione per promuovere sui social network alcune specialità alimentari emiliano-romagnole

«La campagna regionale per la promozione della coppa di Parma e del salame di Felino marchiati Igp rappresenta l’ennesima dimostrazione di come Bologna ignori costantemente la provincia di Piacenza e le sue eccellenze. Nonostante di tanto in tanto i rappresentanti piacentini del Partito Democratico si sforzino vanamente di dimostrare il contrario, le immagini diffuse in internet per invitare a consumare i prodotti parmensi appaiono come l’ennesimo schiaffo a Piacenza».

Lo sostiene il consigliere regionale della Lega Nord Matteo Rancan in riferimento ad un battage pubblicitario effettuato dalla Regione per promuovere sui social network alcune specialità alimentari emiliano-romagnole.

«Unico distretto amministrativo dell’Unione Europea a vantare ben tre alimenti Dop, il più importante marchio d’origine assegnato a Bruxelles, il Piacentino e la sua produzione tipica – prosegue Rancan - meritano maggiore attenzione da parte dell’amministrazione regionale. Non è ammissibile che l’ente consideri prioritario far conoscere la coppa di Parma a scapito di quella di Piacenza, insaccato di antica e comprovata tradizione storica e non a caso insignito di un riconoscimento più prestigioso. Ciò è doppiamente scorretto se la Regione a propria difesa chiarisce che l’intento della campagna era quella di  promuovere i 42 alimenti Igp emiliano-romagnoli, quando è noto che tale cifra comprende in realtà anche i Dop. D’ora in poi – aggiunge Rancan –  sarà sempre più difficile per gli esponenti del Pd far credere ai piacentini che il nostro territorio non è sottovalutato dalla Regione ».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento