Lavoro e commercio, da Bologna 200mila euro a disposizione di idee innovative

E’ pronto il nuovo bando per l’accesso ai finanziamenti a favore del commercio approvato dalla Provincia: per il 2009, 200mila euro. Il termine il 25 giugno. Si cercano idee innovative, sostenibili dal punto di vista ambientale e di valorizzazione delle botteghe storiche

E’ pronto il nuovo bando per l’accesso ai finanziamenti a favore del commercio che la Provincia ha recentemente approvato con l’apporto di alcune modifiche ai criteri di assegnazione. «Invito gli operatori del settore a partecipare – è l’appello di Andrea Paparo, assessore provinciale al Commercio – poiché riteniamo che dare impulso alla concorrenza possa migliorare la qualità e il servizio al consumatore».

A DISPOSIZIONE 200MILA EURO - Come previsto dal Progetto strategico regionale, che si propone di rendere più competitiva l’offerta, la quota che Bologna ha stanziato alla nostra Provincia per il triennio 2009-2011 ammonta a circa 500mila euro, di cui 140mila già versati ai commercianti attraverso un primo bando, mentre 200mila saranno quelli a disposizione per l’anno in corso.

AVVANTAGGIATE LE IDEE INNOVATIVE - Per stimolare la progettualità imprenditoriale e consentire una maggiore distribuzione dei fondi sul territorio, per il 2010 sono state inserite delle priorità che favoriscono chi non ha mai beneficiato dei contributi. Ai fini della predisposizione delle graduatorie, avranno inoltre la precedenza le iniziative innovative, quelle che coinvolgono botteghe e mercati storici iscritti negli albi comunali e quelle finalizzate al risparmio energetico, al miglioramento dell’ambiente e all’abbattimento delle barriere architettoniche. Saranno ritenuti prioritari anche i progetti che vedranno partecipare i Centri di assistenza tecnica.

RIVITALIZZARE IL COMMERCIO - Due le azioni su cui si articola il Progetto strategico regionale: una che mira a sostenere gli interventi nelle aree più fragili del territorio dal punto di vista commerciale e una che punta alla rivitalizzazione dei centri storici e delle aree a forte vocazione commerciale. Agli incentivi potranno accedere le piccole imprese commerciali, singole o associate, gli Enti locali e i Cat. Il contributo a fondo perduto per finanziare opere di ammodernamento, attivazioni di esercizi polifunzionali, azioni di marketing e miglioramento dell’arredo urbano varierà tra il 20 e il 50% delle spese ammesse, per un massimo di 25mila euro. La scadenza delle domande è fissata per il 25 giugno. Per ulteriori informazioni, www.provincia.piacenza.it.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento