Raggiunto l'accordo Federfarma-Regione: "Costruiamo la sanità e la farmacia del futuro"

“La Regione ha maturato la consapevolezza del ruolo fondamentale delle farmacie come insostituibile presidio sanitario. È uno snodo ineludibile per una sanità moderna, in grado di garantire una presenza capillare del servizio sanitario sul territorio, soprattutto a vantaggio dei piccoli centri, spesso penalizzati dal progressivo venir meno della rete dei servizi di natura sociale”. Con queste parole Domenico Dal Re, Presidente Federfarma Emilia Romagna, commenta la firma dell’intesa sulla distribuzione dei farmaci per conto raggiunta oggi con l’Assessorato alla Sanità della Regione Emilia-Romagna; intesa che prevede un investimento di 5 milioni e 650mila euro, che comprendono anche uno specifico sostegno alle farmacie rurali e a bassa reddittività. La firma dell’accordo, che permetterà a circa 100mila cittadini di poter trovare nelle farmacie più vicine a casa i farmaci prima reperibili solamente nei punti di distribuzione ospedalieri, arriva dopo più di un anno di confronti, a tratti accesi, e prevede l’estensione fino al 2018 dell’accordo attualmente in vigore -firmato nel giugno del 2014- atto a sposare il potere contrattuale delle Asl nell’acquisto del farmaci con la capillarità territoriale delle farmacie nella distribuzione degli stessi.

“È un accordo del quale non possiamo che essere soddisfatti – continua Dal Re – perché con esso si riconosce il ruolo fondamentale della farmacia, e al contempo se ne valorizzano le professionalità”. L’accordo prevede infatti anche la presa in carico diretta dei pazienti da parte delle singole farmacie, oltre a campagne vaccinali, campagne di promozione sull’appropriato uso dei farmaci, in particolare per la prevenzione della resistenza agli antibiotici. “La farmacia diventa in questo modo da indispensabile a insostituibile. Un passaggio fondamentale – conclude Dal Re – per la sanità futura e per il futuro stesso delle farmacie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento