"Rifiutando", Iren porta la creatività e la sostenibilità a scuola

Rifiutando, giovedì 25 maggio al Politeama, rientra nel programma nazionale del primo Festival dello sviluppo sostenibile

Immagine di repertorio

Il 25 maggio alle 9.30 al Politeama si terrà il momento finale di Rifiutando, lo storico progetto, tra i più longevi a livello nazionale, con cui Iren coinvolge, sotto un'unica idea tematica, tutte le scuole di ogni ordine e grado di Piacenza e Provincia. Il laboratorio è realizzato insieme a Manicomics Teatro, con la collaborazione della cooperativa Mele Verdi, e anche quest’anno ha coinvolto più di 1.000 ragazzi.

L’appuntamento del 25 maggio rientra in un progetto più ampio: il primo Festival dello sviluppo sostenibile, manifestazione, organizzata dall’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che conta oltre 200 eventi in tutto il territorio nazionale e che si svolge da oggi, 22 maggio, al 7 giugno, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione, diffondere la cultura della sostenibilità e far conoscere l’Agenda 2030 dell’ONU e i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. L’edizione di Rifiutando di quest’anno si è concentrata sull’Educazione all’Immagine e sul riuso artistico degli oggetti come occasione per non sprecare.

Immaginiamo un viaggio nel tempo in cui i  Fratelli Lumière incontrano Salgari: i padri del cinema e l’autore di selvagge avventure create senza muoversi dal salotto di casa. Il teatro è il trait d’union, il mezzo, per sviluppare la creatività degli studenti e il loro interesse alla sostenibilità. Il Cinema, l’invenzione dei Fratelli Lumière, ha cambiato il modo di vedere il mondo e trasformato il concetto di memoria e di spazio. Nel laboratorio si immagina che i Fratelli Lumière si siano incontrati con Emilio Salgari e che decidano di fare un film, utilizzando il metodo del grande romanziere che creò “Le Tigri della Malesia” viaggiando solo con la fantasia, grazie alla quale i tendaggi divenivano vele spiegate, gli attaccapanni si trasformavano in lance, i cuscini in animali feroci e gli amici in pirati e principesse. Come Salgari gli studenti hanno riutilizzato gli oggetti, li hanno reinterpretati per dar vita a nuove storie.

“Sandokan e i Tigrotti del Ciclo Virtuoso” è stato lo “spettacolo d’aula” della durata di 3 ore in cui gli studenti hanno potuto riflettere sui temi ambientali attraverso giochi e quiz. Diversi i percorsi e gli obiettivi per ogni grado di scuola: le Primarie hanno costruito il Taumatropio, antesignano del fotogramma cinematografico, le Scuole Secondarie di Primo e Secondo Grado hanno riletto le avventure di Sandokan in chiave ecosostenibile, interpretandone i personaggi, indossando abiti di riuso e componendo così numerosi nuovi episodi della saga di Mompracem. Il progetto dedicato all’Associazione “Oltre l’Autismo”, rivolto a bambini e ragazzi dagli 8 ai 15 anni, si è concentrato sulla tecnica della creazione del personaggio tramite un gioco creativo con abiti vintage o di recupero.

Cinquantadue le classi coinvolte: Istituto Tecnico Tecnologico “Mattei” di Fiorenzuola d’Arda e Istituto Professionale “Casali”, Istituto Professionale “L. da Vinci”,  Istituto Tecnico Agrario “Raineri”, Istituto Tecnico Economico “Romagnosi”, Liceo Scientifico “Respighi” di Piacenza;  le Scuole Secondarie di Primo Grado di Bettola, Carpaneto, Fiorenzuola d’Arda, Gragnano Trebbiense, Lugagnano Val d’Arda, San Nicolò a Trebbia e “Calvino” di Piacenza; le Scuole Primarie di Agazzano, Bettola, Fiorenzuola d’Arda e “Alberoni”, “Due Giugno”, “Mazzini”, “San Lazzaro” di Piacenza; inoltre con i ragazzi dell’associazione “Oltre l’Autismo”.

Parallelamente continua la collaborazione tra Iren e Biblioteca Passerini-Landi di Piacenza per la realizzazione del PesaLibro. Infatti agli studenti delle 52 classi che hanno aderito al progetto è stato chiesto di presentarsi al Cinema-Teatro Politeama con un simbolico biglietto d’ingresso: un libro. Tutti i volumi raccolti verranno poi consegnati da Iren alla Biblioteca per arricchire lo scambio del PesaLibro dal 25 Maggio al 10 Giugno 2017.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento