rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Economia

Rinnovato il contratto nazionale del turismo e della ristorazione

A distanza di più di 4 anni e mezzo dalla scadenza del contratto collettivo nazionale del turismo e dei pubblici esercizi che offre copertura a oltre un milione di dipendenti occupati in bar, ristoranti e nella ristorazione collettiva, nella giornata di ieri, Filcams Cgil, Fisascat Cisl-Uiltucs uil, hanno sottoscritto il rinnovo che prevede: 100 euro di aumento economico a regime al IV livello; incremento della copertura da parte dell'assistenza sanitaria integrativa; aumento dell'elemento economico di garanzia; mantenimento della clausola sociale che garantisce la permanenza in appalto del personale dando stabilità ai rapporti di lavoro; mantenimento della malattia come disciplinata dal precedente Ccnl. «Il contratto avrà durata quadriennale e oltre all'aumento economico valorizza il welfare e incentiva la contrattazione di secondo livello in un settore con importanti prospettive di sviluppo in un settore strategico per il Paese. La Fisascat è soddisfatta del risultato ottenuto a lungo perseguito con tenacia e determinazione dalle delegazioni sindacali nazionali trattanti, ma soprattutto dalla forza di volontà e dall'impegno perpetrato dai lavoratori che con la loro partecipazione hanno motivato l'azione sindacale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinnovato il contratto nazionale del turismo e della ristorazione

IlPiacenza è in caricamento