Lunedì, 20 Settembre 2021
Economia

Risorse senza precedenti per rinnovare tutto il parco mezzi del trasporto locale

Ventotto milioni di euro dal 2024 al 2033 per sostituire tutti i mezzi

Piacenza vedrà l’acquisto nel secondo e terzo quinquennio 2024-2033 di nuovi autobus urbani a metano ed elettrici e delle relative infrastrutture di ricarica per un importo complessivo pari a 28 milioni. Ventuno e mezzo li mette il Ministero dei Trasporti, 5 milioni e 747mila euro sono a carico di Seta. Con questi soldi si riuscirà a comprare 72 nuovi mezzi.

Venti sono invece in corso di sostituzione stando all’attuale piano di investimenti, che scade nel 2023. I venti bus arriveranno nel 2022 con l’entrata in funzione del nuovo distributore a metano della sede di via Arda. La gara di fornitura è in corso.

«Piacenza si sta avviando seriamente – commenta l’assessore alla mobilità Paolo Mancioppi - alla sostituzione totale di tutti i vecchi mezzi pubblici. Alcuni sono davvero obsoleti, ma stiamo facendo passi concreti grazie alle risorse economiche stanziate. D’altronde questi cospicui finanziamenti sono stati ricevuti perché siamo una delle città della Pianura Padana ad alto inquinamento».

Tutti i nuovi mezzi avranno le telecamere a bordo e il Wifi. Consentiranno anche di conteggiare la capienza per una maggiore sicurezza a bordo e per un ricircolo dell’area efficace. Inoltre avranno tutti il pagamento con la carta di credito, come già avviene per il metroBus. Non sono invece previsti i tornelli richiesti dal Consiglio comunale di Piacenza.

«Grazie a questa delibera del Comune di Piacenza – aggiunge il presidente di Seta, Antonio Nicolini - si pongono le basi per proseguire quell’opera di rinnovo e sostituzione della flotta piacentina nei due quinquenni successivi al 2023. Fino al 2033 rinnoveremo interamente la flotta. Per proseguire verso la transizione ecologica. Nel primo piano di investimenti i primissimi mezzi potrebbero arrivare entro la fine del 2021».

Il neo amministratore di Tempi Agenzia, Paolo Garetti, ha sottolineato l’impegno del predecessore Gino Losi. «Evidenzio l’intervento che si sta facendo in via Arda per avere nel primo semestre del 2022 il distributore di gas metano che rifornirà i mezzi. Permetterà al trasporto extraurbano di utilizzare gas metano liquido, mentre a quello cittadino di andare a metano. Arriveremo tra un po’ di anni ad un impatto zero dell’inquinamento del trasporto pubblico».

Nicolini, Mancioppi e Garetti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risorse senza precedenti per rinnovare tutto il parco mezzi del trasporto locale

IlPiacenza è in caricamento