Martedì, 21 Settembre 2021
Economia

Ristori a bar e ristoranti, domande aperte fino al 17 febbraio

Attraverso le Camere di commercio del territorio regionale, il bando mette a disposizione del settore della ristorazione le risorse stanziate dall'Emilia-Romagna

(repertorio)

Ristori a bar e ristoranti, domande aperte fino al 17 febbraio. Attraverso le Camere di commercio del territorio regionale, il bando mette a disposizione del settore della ristorazione le risorse stanziate dall'Emilia-Romagna. La Regione ha siglato una convenzione con Unioncamere Emilia-Romagna: «Per la categoria dei ristoratori, il ritorno a zona gialla e la disponibilità dei locali a pranzo dopo un lungo periodo di lockdown, è stata come un anticipo di primavera. Una giornata di festa, con ristoranti affollati a pranzo, tanti clienti inseriti in un rigoroso sistema di prenotazioni e organizzazione dei tavoli ridotti per le misure di sicurezza. Un momento di speranza per la ristorazione, uno dei settori importanti per l’economia regionale e tra i più colpiti dalle misure per il contenimento della pandemia. Un settore a cui ha dimostrato attenzione la Regione Emilia-Romagna stanziando risorse per circa 21 milioni di euro, come ha ricordato il capo della segreteria politica della Presidenza di Giunta, Giammaria Manghi, che ha incontrato i rappresentanti delle associazioni cuochi di Modena, Ravenna, Bologna e Romagna venuti in Regione per chiedere sostegno alla piena ripresa delle attività di ristorazione e un’accelerazione sui ristori».  «La Regione ha reso disponibili i ristori per bar e ristoranti attraverso i bandi pubblicati dalle otto Camere di commercio della regione, ciascuna per provincia, per il sostegno ai pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande. Per la prima volta, grazie a una convenzione tra Regione e l’Unioncamere Emilia-Romagna, queste risorse vengono gestite dalle Camere di commercio competenti per i rispettivi territori. Le domande di contributo possono essere presentate fino alle ore 10 di martedì 17 febbraio 2021 esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma restart . L’accesso al sistema informatico per la presentazione della domanda potrà essere effettuato tramite identità digitale Spid oppure Carta Nazionale dei Servizi (Cns) con Pin dispositivo. I fondi sono stati destinati a livello regionale per i ristori a favore dei pubblici esercizi di somministrazione alimenti e bevande (ristoranti, bar, pub, osterie etc.) colpiti dagli effetti dei provvedimenti per il contenimento della pandemia».

Destinatari - Beneficiari dei contributi sono le imprese, aventi qualsiasi forma giuridica, con codice Ateco primario 56.10.11 o 56.3, regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese in data antecedente al 1 novembre 2020. Le imprese devono risultare attive alla data di apertura del bando (20 gennaio 2021), non devono avere cessato l’attività alla data del provvedimento di liquidazione del contributo e devono avere almeno un’unità locale aperta al pubblico in Emilia-Romagna.

Per fare domanda - Il requisito principale, coerentemente agli obiettivi dei provvedimenti che hanno stanziato le risorse, è che le imprese richiedenti abbiano avuto un calo del fatturato medio nel periodo ricompreso tra il 1 novembre e il 31 dicembre pari o superiore al 20% rispetto allo stesso periodo del 2019 ovvero, a prescindere dal fatturato, siano state attivate nel periodo compreso dal 1 gennaio al 1 novembre 2020. Tutte le informazioni sul bando e le modalità di partecipazione sono disponibili sul sito di Unioncamere Emilia-Romagna

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristori a bar e ristoranti, domande aperte fino al 17 febbraio

IlPiacenza è in caricamento