Venerdì, 14 Maggio 2021
Economia

Sciopero nazionale della filiera Amazon previsto per il 22 marzo

Sciopero generale di 24 ore dei dipendenti diretti del settore logistica, movimentazione e distribuzione merci della filiera Amazon

In arrivo uno sciopero generale nazionale della filiera Amazon, con dipendenti diretti, lavoratori e lavoratrici degli appalti e del delivery pronti a incrociare le braccia. Lo sciopero è in programma lunedì 22 marzo ed è proclamato da unitamente Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti. «Uno sciopero generale di 24 ore dei dipendenti diretti dei magazzini e degli hub, cui è applicato il contratto nazionale della Logistica e di tutti i lavoratori e le lavoratrici delle aziende di fornitura in appalto di servizi di logistica, movimentazione e distribuzione delle merci della filiera Amazon in Italia», spiegano i sindacati.

«La trattativa con Assoespressi sulla piattaforma per la contrattazione di secondo livello della filiera Amazon - spiegano le organizzazioni sindacali- si è interrotta bruscamente a causa dell'indisponibilità dell'associazione datoriale ad affrontare positivamente le tematiche poste dal sindacato tra le quali la verifica dei turni, dei carichi e dei ritmi di lavoro imposti, la riduzione dell'orario di lavoro dei driver, la clausola sociale e la continuità occupazionale per tutti in caso di cambio appalto o cambio fornitore, la stabilizzazione dei tempi determinati e dei lavoratori interinali ed il rispetto delle normative sulla salute e la sicurezza». Secondo Filt, Fit e Uiltrasporti, infine, «col suo comportamento inaccettabile di latitanza, Amazon manifesta l'indisponibilità cronica ad un confronto con le rappresentanze dei lavoratori in spregio alle regole e alle tutele previste dal ccnl Logistica, Trasporto Merci e Spedizione e ad un sistema di corrette relazioni sindacali».

«Non è vero quanto dichiarato dal sindacato – replica Amazon - in merito al mancato confronto, tanto è vero che si sono svolti due incontri nel mese di gennaio. Riguardo all’incontro svoltosi giovedì con Assoespressi, ci teniamo a sottolineare che per le consegne ai clienti, Amazon Logistics si avvale di fornitori terzi. Perciò riteniamo che i corretti interlocutori siano i fornitori di servizi di consegna, nonché le associazioni di categoria che li rappresentano».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero nazionale della filiera Amazon previsto per il 22 marzo

IlPiacenza è in caricamento