Sabato, 25 Settembre 2021
Economia

Sei posti per l’Emilia-Romagna ai corsi di alta formazione per diventare istruttore forestale

I corsi sono gratuiti e permetteranno di operare come docenti presso i Centri di formazione professionale. Le lezioni si svolgono nel fiorentino

Un vero e proprio organismo vivente che respira, cresce e reagisce all’intervento umano.  È il bosco: una fondamentale risorsa ambientale - ma anche economica, specie per chi vive e lavora in montagna - che occorre sapere gestire nel modo più adeguato.  Quali piante tagliare e in che modo. Come intervenire in un bosco ceduo e in uno ad alto fusto, sempre nel rispetto delle regole sulla sicurezza nel lavoro.  Per imparare ad operare correttamente nei boschi nasce l’istruttore forestale: una nuova figura professionale con un profilo unico a livello nazionale, per la quale partiranno nei prossimi mesi i primi corsi di alta formazione: 7 in Italia, di valenza sovraregionale, di cui 1 riservato anche a persone residenti in Emilia-Romagna. I posti a disposizione sono 6 – il numero più alto previsto per una singola regione -  e le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 15 febbraio. Sostenuti dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali in collaborazione con le Regioni nell’ambito del Progetto “For. Italy - Formazione forestale per l'Italia”, i corsi sono rivolti, superata una fase di preselezione, a persone che già lavorano nel settore forestale. Una volta conseguita la qualifica, costoro potranno a loro volta operare anche come docenti presso i Centri di formazione professionale. “La Regione Emilia Romagna crede molto nella formazione — commenta l’assessore alla Montagna, parchi e forestazione Barbara Lori — e quindi siamo soddisfatti e orgogliosi di essere tra i territori con il maggior numero di posti a disposizione per coloro che intendono partecipare a questo corso. Si tratta di figure professionali chiave nell’ambito della gestione boschiva, ma anche preziose contro il dissesto idrogeologico e nell’ottica della valorizzazione dei territori di montagna. Fondamentale è inoltre il coinvolgimento del mondo imprenditoriale di questo settore che incontreremo nelle prossime settimane per illustrare l’iniziativa”. Il corso, completamente gratuito, è riservato ai cittadini emiliano-romagnoli e si svolgerà presso il Centro di formazione forestale di Rincine nel comune di Londa (Firenze) indicativamente fra aprile e luglio 2021. Aperto a 15 persone provenienti anche da altre regioni, di cui 6 appunto dall’Emilia-Romagna, avrà una durata complessiva di 7 settimane (40 ore a settimana, per un totale di 280 ore) e prevede un tirocinio di 40 ore, in cui gli aspiranti istruttori potranno operare direttamente sul campo con attività previste anche presso la storica Foresta del Cansiglio tra Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’esame finale è previsto a settembre. Le candidature dovranno essere inviate entro il 15 febbraio 2021 seguendo le indicazioni riportate nella Delibera della Giunta Regionale n. 96 del 25 gennaio 2021 "Progetto For.Italy - Formazione Forestale per l'Italia. Avviso pubblico del corso di formazione per ‘Istruttori forestali in abbattimento ed allestimento’", scaricabile all’indirizzo web https://ambiente.regione.emilia-romagna.it/it/parchi-natura2000/foreste/gestione-forestale/albo-imprese-forestali. Per introdurre il corso verrà realizzato un incontro webinar il 3 febbraio 2021 alle ore 17.00, cui sarà possibile partecipare, collegandosi all’indirizzo https://global.gotomeeting.com/join/409814421.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei posti per l’Emilia-Romagna ai corsi di alta formazione per diventare istruttore forestale

IlPiacenza è in caricamento