«Seta, dirigenza arrogante. Hanno diviso i sindacati ma non hanno diviso i lavoratori»

«L’altissima adesione dei lavoratori allo sciopero di 24 ore del 16 dicembre nei bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, che ha abbondantemente superato il 95 per cento, è la chiara risposta alla dirigenza Seta, alla sua arroganza e ai contenuti dei verbali di incontro sottoscritti con la Filt Cgil il 5 e il 12 dicembre. Seta ha diviso i sindacati ma non ha diviso i lavoratori, che in occasione dello sciopero hanno dimostrato di essere sempre più uniti nella protesta confermando la fiducia nelle scriventi organizzazioni sindacali». Lo affermano in una nota le segreterie regionali dell’Emilia Romagna, segreterie territoriali di Modena, Reggio e Piacenza.
«I lavoratori - scrivono i sindacati - hanno deciso da che parte stare e quindi ci vengono spontanee alcune domande: Seta conosce il significato di rappresentanza? Qualcuno comincerà a riflettere dopo questo ennesimo no al metodo Seta nelle relazioni sindacali? La strada intrapresa da Seta con la Filt Cgil è quella giusta? Ora attendiamo gli incontri del 28 dicembre e del 2 e 3 gennaio 2018 con ordine del giorno “vertenza Seta”, ma sia chiaro che non abbassiamo la guardia e avvisiamo Seta di non illudersi e di non pensare che dopo lo sciopero di oggi la vertenza di questi mesi svanisca nel nulla».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Piacenza usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento