Si rafforza il peso delle imprese straniere: in città sono il 15%

Ulteriore passo in avanti per le imprese guidate da cittadini stranieri a Piacenza e provincia. Il loro peso è del 10,4% di un punto e mezzo sopra la media nazionale. I dati della Camera di Commercio

Sono risultate 3.140 le imprese straniere registrate a Piacenza a fine settembre. Rispetto all’inizio dell’anno la consistenza è aumentata di 56 unità, variazione di segno opposto a quella che ha caratterizzato lo stock imprenditoriale complessivo. Analogo movimento si è registrato anche nelle province vicine. 

Imprese straniere registrate. Piacenza e territori di confronto. Serie storica

2011

2012

2013

2014

Settembre 2015

Piacenza

2.965

2.987

3.011

3.084

3.140

Parma

4.403

4.519

4.541

4.610

4.795

Reggio Emilia

6.669

6.945

7.182

7.411

7.664

Cremona

2.789

2.889

2.922

2.962

3.047

Lodi

1.843

1.864

1.891

1.960

1.993

Pavia

4.139

4.332

4.437

4.685

4.857

Emilia Romagna

42.604

44.396

45.744

47.156

48.579

ITALIA

454.029

477.519

497.080

524.674

545.968

Fonte: elaborazioni CCIAA di Piacenza su dati Infocamere StockView

Viene confermato il fatto che a Reggio Emilia il peso delle imprese non italiane è il più significativo tra le province in esame (13,7%). Nella media nazionale si scende al 9% mentre a Piacenza si è arrivati al 10,4%. Se l’esame si concentra sulle sole imprese individuali il dato piacentino sale fino al 15%. Nel corso dei primi 9 mesi le iscrizioni di imprese straniere sono state 262. Ad esse si sono contrapposte 208 cessazioni, concentrate nelle costruzioni (il 46% del totale). I dati rivelano che gli stranieri scelgono nello specifico alcuni settori per intraprendere nuove attività. Sicuramente l’edilizia, dove il 29% delle imprese presenti è straniero, ma anche il complesso dei servizi (comprendenti noleggio, agenzie di viaggio e servizi vari) dove 16 imprese su 100 non sono italiane e poi ancora l’alloggio e ristorazione che ha 11 imprese su 100 non appartenenti ad italiani. I settori che al contrario risultano meno “appetibili” sono l’agricoltura, la fornitura di acqua ed energia e le attività immobiliari.Confrontando la consistenza ad inizio anno e quella a settembre nell’ambito dei diversi settori, se ne ricava che le uniche variazioni di segno negativo hanno interessato l’edilizia ed il manifatturiero. In crescita i restanti ambiti.

Provincia di Piacenza: imprese straniere per settore di attività

Imprese Straniere

% Imp.Straniere

Sezioni Ateco2007

Registrate

Attive

sul Totale Imprese

A Agricoltura, silvicoltura pesca

79

76

1,5

C Attività manifatturiere

157

145

5,3

E Fornitura di acqua; reti fognarie, rifiuti

1

1

1,8

F Costruzioni

1.469

1.430

29,0

G Commercio all'ingrosso,al dettaglio e riparaz.

607

581

8,9

H Trasporto e magazzinaggio

92

82

8,3

I Attività dei servizi alloggio e ristorazione

246

225

11,3

J Servizi di informazione e comunicazione

31

30

5,1

K Attività finanziarie e assicurative

16

16

2,7

L Attivita' immobiliari

21

19

1,7

M Attività professionali, scientifiche e tecniche

30

28

3,5

N Noleggio, agenzie di viaggio, servizi vari

98

94

16,3

P Istruzione

7

7

5,7

Q Sanita' e assistenza sociale

12

12

8,1

R Attività artistiche, sportive, di intratt. e divertim.

20

16

5,6

S Altre attività di servizi

118

112

9,5

T Attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro

3

3

100,0

X Imprese non classificate

133

3

15,3

TOTALE

3.140

2.880

10,4

Fonte: elaborazioni CCIAA di Piacenza su dati Infocamere StockView

Il comune nel quale la presenza di queste imprese è più spiccata è quello di Piacenza (14,9%). Seguono Rottofreno, Borgonovo, Sarmato, Castel San Giovanni e Gragnano. In sostanza la parte più occidentale della provincia. La dinamica tendenziale delle ditte individuali con titolare straniero letta a partire dal 2004 non ha conosciuto soste: la loro incidenza –partita dal 6,6%- è arrivata al 15% già ricordato. Sono 2.606 nel complesso (maschi e femmine), di cui 492 donne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento