rotate-mobile
L'incontro

Sindaco e giunta in visita al centro Ikea. L’ad Ostuni: «Continui investimenti per eccellere»

La visita allo stabilimento della multinazionale svedese si inserisce all’interno della serie di incontri congiunti effettuati da Palazzo Mercanti e Confindustria, per conoscere da vicino alcune realtà di eccellenza del territorio piacentino

In occasione dei 25 anni dalla nascita del Distribution Centre (DC) IKEA di Piacenza, il sindaco di Piacenza Katia Tarasconi con i membri della giunta ha visitato - insieme ai rappresentanti del DC IKEA e al presidente di Confindustria Piacenza Francesco Rolleri - lo stabilimento all’interno dell’area del Polo logistico Le Mose, per assistere al suo funzionamento e incontrare alcune delle oltre 1.300 persone occupate.

La visita si inserisce all’interno della serie di incontri congiunti effettuati da Palazzo Mercanti e Confindustria, per conoscere da vicino alcune realtà di eccellenza del territorio piacentino.

Il centro di distribuzione IKEA fu inaugurato 10 anni dopo l’apertura del primo negozio IKEA in Italia 35 anni fa nel 1989. Nato come centro per lo smistamento merci diretto ai negozi, ha assunto poi negli anni anche un ruolo per la distribuzione ai clienti, che dal 2020 possono anche ritirare i propri prodotti direttamente dal Deposito. Ad oggi è, per IKEA, il secondo punto di smistamento merci in Europa e copre l’approvvigionamento di gran parte del territorio italiano e di una dozzina di altri Paesi.

«Ringrazio la sindaca Tarasconi, la sua Giunta e Confindustria Piacenza per essere stati con noi al Distribution Center IKEA di Piacenza in occasione dei 25 anni dalla nascita», il commento di Raffaele Ostuni, amministratore delegato IKEA Italia Distribution. «La visita ha rappresentato per noi la possibilità di sottolineare il profondo legame che IKEA ha instaurato con il territorio in questi anni. Si tratta non solo del secondo punto di smistamento merci in Europa ma di una realtà tecnologicamente avanzata su cui abbiamo compiuto numerosi investimenti - 30 milioni di euro nell’ultimo biennio - per migliorare l’efficienza dei processi di sviluppo in ottica sempre più sostenibile, innovativa e per renderci sempre più accessibili andando incontro alle esigenze dei nostri clienti».

«Siamo orgogliosi di aver portato la giunta comunale all’interno di alcune delle numerose realtà di eccellenza presenti a Piacenza», spiega il presidente Francesco Rolleri. «Filo conduttore sono state le aziende di proprietà non piacentina che hanno deciso di scommettere sul nostro territorio con importanti risorse e un notevole apporto occupazionale. Come nel caso del centro IKEA, attivo da ben 25 anni, esempio virtuoso di come la nostra provincia abbia valori e collocazione strategica anche per giganti dal respiro internazionale, anzi globale».

«Oggi – sottolinea il sindaco Katia Tarasconi – abbiamo avuto l'opportunità, grazie a Confindustria e a IKEA, di visitare un polo aziendale di dimensione internazionale, ormai da tanti anni fortemente radicato sul territorio, vocato all'innovazione e alla sostenibilità ambientale. Una realtà che per Piacenza rappresenta un bacino occupazionale di fondamentale importanza e che è stato molto interessante poter osservare e conoscere più da vicino».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco e giunta in visita al centro Ikea. L’ad Ostuni: «Continui investimenti per eccellere»

IlPiacenza è in caricamento