Anas stanzia oltre 1milione di euro per il Ponte sul Trebbia

Già affidato l'appalto integrato per la variante alla statale 45 “val di Trebbia”. Da Perino a Rio Cernusca, strada nuova pronta entro l'estate del 2011. Ieri in corso Garibaldi, Anas e Provincia hanno siglato la convenzione per ristrutturare il ponte sul Trebbia tra S. Antonio e S. Nicolò

Affidato l'appalto integrato per la realizzazione della variante alla statale 45 “val di Trebbia”. La strada nuova, da Perino a Rio Cernusca,  sarà pronta entro l’estate del 2011. Lo ha confermato ieri il capo compartimento ANAS di Bologna, ing. Lelio Russo, al Presidente della Provincia Massimo Trespidi ed all'Assessore provinciale ai lavori Pubblici Sergio Bursi.

Da sinistra, Trespidi e Russo
E ieri, in corso Garibaldi, nuovo accordo fra Anas e Provincia: sulla carta a doppia firma, i lavori di ristrutturazione dell'attuale ponte sul Trebbia tra S. Antonio e S. Nicolò, lungo la strada provinciale ex S.S.10 Padana inferiore.

In base alla convenzione firmata ieri, Anas si impegna a stanziare 1 milione e 300 mila euro circa per l’affidamento dei lavori di consolidamento statico e manutenzione straordinaria  della struttura. Oltre al consolidamento, prevista la realizzazione nella parte a monte, di una pista ciclabile di due metri e mezzo di larghezza, la cui spesa ammonterebbe a circa tre milioni e mezzo di euro.
  La variante sarà pronta per l'estate del 2011  

Di questi, 400mila sono già stati messi a disposizione dalla Provincia. Per la restante quota, corso Garibaldi sta già prendendo accordi con la Regione, che dovrebbe cofinanziare l'opera. Il periodo ideale per l'avvio dei lavori, ha fatto presente Massimo Trespidi, è quello estivo, quando le scuole sono chiuse ed il traffico lungo la struttura è più ridotto.

Ma non sono stati solo il ponte e la variante alla statale, i temi discussi nell'incontro di ieri: Anas e Provincia hanno anche affrontato i problemi del ponte in località Lenziono sulla statale val di Trebbia.

La struttura è, al momento, percorribile soltanto da mezzi con portata a pieno carico inferiore alle cinque tonnellate. Tramite convenzione, sottoscritta nel maggio scorso, la Provincia ha assegnato ad Anas 105mila euro per la redazione di un progetto di consolidamento della struttura. La società utilizzerà questi fondi per l’esecuzione delle indagini e delle verifiche sulla struttura esistente, al fine di valutarne le reali condizioni sotto i carichi stradali previsti, e per la progettazione delle opere di consolidamento che si riterranno eventualmente necessarie per migliorare lo standard di sicurezza del ponte stesso. A febbraio, sul tavolo della Provincia, Anas dovrebbe mettere il progetto di consolidamento della struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento