menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tariffa rifiuti, Confedilizia: «Piacenza né bene né male»

L'associazione: "Su 90 Comuni considerati, Piacenza si trova a metà circa della classifica decrescente per spese per abitante relativa alla raccolta e smaltimento dei rifiuti"

"Piacenza, né bene né male". Così Confedilizia commentati i dati sulla spesa per abitante sui rifiuti. Su 90 Comuni considerati, Piacenza si trova a metà circa della classifica decrescente per spese per abitante relativa alla raccolta e smaltimento dei rifiuti. In sostanza, ogni abitante ha a Piacenza/Comune una spesa di 160 euro all’anno nella tabella risultante dall’elaborazione effettuata da Confedilizia Piacenza di dati del Ministero Finanze/Confcommercio. Il Comune più caro risulta essere Brindisi (spesa per abitante 308 euro), seguito da Venezia (289 euro), Salerno (255 euro). I Comuni meno cari sono Fermo (86 euro), Isernia (91 euro), Matera (93 euro). A Parma la spesa è di 168 euro e a Cremona di 119 euro. Il quadro intero dei costi è pubblicato sui siti confedilizia.it e confediliziapiacenza.it. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento