rotate-mobile
Economia

«Tartufo piacentino di qualità superiore rispetto a quello degli altri territori»

L'associazione Provinciale Tartufai Piacentini traccia un bilancio delle sue attività

L'Associazione Provinciale Tartufai Piacentini coglie l'occasione, a conclusione della ventisettesima edizione della festa del tartufo di Pecorara, per fare un bilancio della propria attività, nel mese trascorso. A cominciare dalla prima edizione della festa del fungo e del tartufo del 17 settembre a San Giorgio con stand e dimostrazione di ricerca e alla gara nella prima domenica di ottobre di Bobbio. Stand espositivo e gara di ricerca a Trevozzo nella seconda domenica di ottobre, fino alla partecipatissima gara di Pecorara. "Purtroppo - spiegano i vertici dell'associazione - data la disastrosa siccità di quest’anno per la prima volta alcuni nostri cavatori hanno dovuto sconfinare in regioni vicine per recuperare il prezioso fungo ipogeo. Se da una parte questo sconfinamento ha fatto storcere il naso ai puristi del nostro tartufo, dall’altra ha dato modo di accertare che la qualità del nostro prodotto è nettamente superiore a quello di altri territori. Chi ha avuto modo, infatti, di paragonare le diverse provenienze (specificate per onestà e correttezza a tutti coloro che chiedevano informazioni e notizie) non ha avuto alcun dubbio. Nel ricordare a tutti gli appassionati che sabato 28 e domenica 29 associazione provinciale tartufai piacentini sarà presente con il proprio stand a Piacenza Expo nell'ambito di Forestalia e Apimell, cogliamo l'occasione che chi volesse iscriversi alla nostra associazione o volesse solo avere notizie può contattarci al numero di telefono 3472420459 o inviare una mail a tartufai.piacentini@gmail.com". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Tartufo piacentino di qualità superiore rispetto a quello degli altri territori»

IlPiacenza è in caricamento