Terrepadane presenta la concimazione fogliare

Si è svolto nella mattina di martedì 28 maggio il “Campo vetrina cereali” di Terrepadane, realizzato all’azienda agricola Fornasari di Caorso

Si è svolto nella mattina di martedì 28 maggio il “Campo vetrina cereali” di Terrepadane realizzato all’azienda agricola Fornasari di Caorso. Una piattaforma di quasi 8 ettari, suddivisa in parcelloni, sulla quale Terrepadane lavora già dal periodo delle semine in novembre proprio per renderla visitabile e per mettere in evidenza le diverse tipologie di lavorazione e di innovazione. 

«Abbiamo parlato delle varietà di grano tenero, tenero di forza e duro – spiega il responsabile dei servizi e delle vendite Stefano Fugazza - e ci siamo soffermati sul tema dell’innovazione nella concimazione di pre-semina e fogliare in quanto abbiamo presentato le ultimissime novità dello stabilimento Multiliquid di Terrepadane a Fiorenzuola, che ha avviato la produzione di concimi fogliari della nuova linea NUTRI-ELLE».

«Quest’ultima – aggiunge il responsabile dei concimi del Consorzio Agrario Giorgio Mazzoni – è in grado di apportare tutti gli elementi fisionutrizionali per permettere alla coltura di massimizzare il raccolto. Va ricordato che le concimazioni rappresentano un supporto significativo alla coltura anche in considerazione degli sbalzi climatici avvenuti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’iniziativa era organizzata in collaborazione con le aziende sementiere e con Basf, uno dei principali fornitori dei principi attivi per la protezione dei cereali a paglia, che ha presentato agli agricoltori le principali linee di difesa per la prevenzione delle malattie fogliari e della spiga. La piattaforma che è stata creata all’azienda agricola Fornasari di Caorso, resterà visitabile dagli agricoltori interessati anche nelle prossime settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • «Un anziano ammalato di Covid in gennaio a Piacenza potrebbe essere il paziente 1». Inchiesta di Report in una clinica piacentina

  • Coronavirus, l'aggiornamento del 27 marzo sui comuni del Piacentino

  • Coronavirus, la situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 31 marzo

  • Piacenza, tutte le attività commerciali che sono aperte e fanno consegna a domicilio

  • La situazione nei comuni del Piacentino aggiornata al 26 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento