menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tesoreria comunale, rinnovato l’incarico a Crédit Agricole Cariparma

E’ stato sottoscritto nei giorni scorsi, in Municipio, l’accordo che rinnova sino al 31 dicembre 2021 l’affidamento del servizio di tesoreria del Comune di Piacenza a Crédit Agricole Cariparma

E’ stato sottoscritto nei giorni scorsi, in Municipio, l’accordo che rinnova sino al 31 dicembre 2021 l’affidamento del servizio di tesoreria del Comune di Piacenza a Crédit Agricole Cariparma. Alla presenza del sindaco Paolo Dosi e di Maurizio Crepaldi, direttore territoriale dell’istituto di credito – già tesoriere in carica – si è siglata la convenzione che sancisce, con decorrenza dal 1° gennaio 2017, l’aggiudicazione della gara per la gestione finanziaria dell’ente, con particolare riferimento alla riscossione delle entrate, al pagamento delle spese, alla custodia titoli e ai relativi adempimenti di legge.  “Si conferma – sottolinea il sindaco Dosi – una collaborazione consolidata nel tempo, che attesta la vicinanza della banca al suo territorio e si connota, in aggiunta, per l’attenzione nei confronti di chi ha subito danni dovuti a calamità naturali. Una situazione di grave disagio che tanti concittadini, purtroppo, si sono trovati ad affrontare a seguito dell’alluvione del settembre 2015”. “Con questa consapevolezza – ha evidenziato Maurizio Crepaldi – Crédit Agricole Cariparma ha aderito per prima, sul territorio nazionale, al Plafond finanziario per eventi calamitosi frutto dell’accordo tra Abi e Cassa Depositi e Prestiti”. La convenzione mette a disposizione 1.5 miliardi di euro per la concessione di finanziamenti agevolati, garantiti dallo Stato, da destinare a interventi per far fronte ai danni che privati cittadini, attività economiche e produttive abbiano subito a seguito di calamità naturali verificatesi dal marzo 2013 in avanti. Della durata massima di 25 anni, non prevedono oneri di rimborso a carico dei beneficiari, che cedono alle banche il credito d’imposta. “Sul territorio piacentino – ha ricordato Crepaldi - sono attivi 5 plafond di questo tipo, con appositi stanziamenti, per privati e imprese”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento