menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
il ministro Toninelli con le autorità

il ministro Toninelli con le autorità

Toninelli: «Non c’erano soldi per gli invasi, il Governo ora investe risorse»

Sopralluogo del ministro dei trasporti e delle infrastrutture Danilo Toninelli alla diga del Molato (comune di Alta Val Tidone), struttura gestita dal Consorzio di Bonifica di Piacenza

Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli nel pomeriggio del primo marzo ha effettuato un sopralluogo alla Diga del Molato nel Comune di Alta Val Tidone, struttura gestita dal Consorzio di Bonifica di Piacenza. Al sopralluogo erano presenti, oltre al presidente del Consorzio di Bonifica piacentino, anche il direttore generale direzione dighe e infrastrutture idriche Ornella Segnalini, il provveditore alle opere pubbliche Lombardia–Emilia Romagna Pietro Baratono e il dirigente provveditorato opere pubbliche Lombardia dighe Vittorio Maugliani. Un sopralluogo per appurare lo stato di avanzamento dei lavori di manutenzione straordinaria, che si concluderanno entro fine anno. Il suo ministero ha contribuito alla messa in sicurezza della diga del Molato con 1,5 milioni di euro. Interventi non solo necessari per l'infrastruttura ma che, come molti altri che riguardano la manutenzione dell'esistente, fanno anche da volano all'economia, sottolinea il Mit: la ristrutturazione di questa diga nel piacentino, infatti, ha un effetto moltiplicatore sugli investimenti di 3,8: cioè per i 20,7 milioni di euro investiti dal Mit sulle dighe del Consorzio, l'effetto sull'economia, e dunque sulla ricchezza del territorio, è pari a 78,6 milioni di euro.  «La nostra idea – ha spiegato il ministro Toninelli alla stampa - è di dare più risorse economiche alla infrastrutture esistenti per la vita dei cittadini, anche se questa diga è solo irrigua. Abbiamo 532 grandi dighe in Italia che danno acqua, ossia vita, e rappresentano un beneficio economico per le imprese di indescrivibile importanza.  Quando sono arrivato al ministero dei Trasporti nella manovra di bilancio ereditata c’era una voce "diga e invasi" vuota di soldi. Allora noi ci abbiamo messo mille milioni di euro, ossia cento milioni all'anno per dieci anni, poi 473 milioni per ponti e un anticipo sul piano di strategia nazionale sugli invasi da 200milioni, per una spesa complessiva di due miliardi di euro. Stiamo investendo: ogni goccia è uno spreco». Ambiente e esigenze degli agricoltori possono coesistere? «Ci sono tante infrastrutture che tengono grazie ai controlli fatti dal mio ministero. Se poi riuscissimo a sfruttare al cento per cento questa portata, non sarebbe impattante e ci sarebbero grossi benefici: acqua potabile e tantissima acqua irrigua».

Toninelli-4

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccino, a Piacenza in arrivo quasi 54mila dosi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento