Tramello, ecco i neodiplomati alle serali. «Combattere così la dispersione scolastica»

Si è svolta come ogni anno nell'Aula Magna dell'Istituto Tramello-Cassinari la cerimonia della consegna dei diplomi conseguiti dagli studenti lavoratori nell'anno scolastico 2012-2013

I neo diplomati

Si è svolta come ogni anno nell’Aula Magna dell’Istituto Tramello-Cassinari la cerimonia della consegna dei diplomi conseguiti dagli studenti lavoratori nell’anno scolastico 2012-2013.
«Questo appuntamento, che si rinnova ogni anno - afferma la professoressa Daniela Patroncini (coordinatrice responsabile del Corso serale per adulti, presso l’Istituto A. Tramello di Piacenza) - è divenuto un momento davvero partecipativo, occasione di incontro fra tutti coloro che si sono diplomati nel corso degli anni frequentando con sacrificio e dedizione il nostro Corso serale. Instancabili, ottimisti e determinati, i nostri studenti hanno saputo dare alla loro vita il senso della ricerca per non privarla del suo significato più profondo ed hanno realizzato il loro progetto. È necessario riconoscere sempre più fattivamente all’investimento in formazione un valore sociale volto a migliorare lo sviluppo delle risorse umane e l’espansione del mercato del lavoro». 

«Si può e si deve vincere il disagio sociale - prosegue - in alcuni casi l’emarginazione, attraverso sistemi di riqualificazione professionale e di integrazione. Il fenomeno della dispersione scolastica che interessa uno studente su tre si è diffuso anche nelle aree con i sistemi economico-produttivi più forti; pertanto la vera sfida di un progetto di istruzione permanente sta nell’offrire, con modalità differenziate ed appropriate, opportunità formative professionalizzanti, in grado di far fronte alla crescente domanda di formazione di qualità, presente da tempo nella realtà del lavoro». 

E ancora: «E’ attivo dal 1996 presso l’Istituto Tecnico A. Tramello di Piacenza un corso serale per lavoratori, volto a stimolare la ripresa degli studi nell’ambito dell’Istruzione Tecnica Superiore, finalizzato al conseguimento del Diploma di Geometra. L’idea forza del progetto prevede percorsi che valorizzino l’esperienza lavorativa ed umana di cui sono portatori gli studenti, italiani e stranieri, e si fondi sull’approccio al “sapere” in età adulta, attraverso l’integrazione di competenze, in genere separate, come quelle relative alla cultura generale ed alla formazione professionale». 
«Credo fermamente - conclude - che i soli mezzi di contenimento della crisi, che è prima di tutto morale, siano da ricercare nel patrimonio della conoscenza come capitale da investire in un duraturo processo di sviluppo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento