Trentamila euro al progetto che renderà il Parco Archeologico di Travo a basso impatto ambientale

Il Comitato Territoriale Iren di Piacenza ha presentato oggi all’Urban Hub i risultati di “ambientAzioni”: il bando promosso per realizzare progetti per la sostenibilità ambientale e sociale del territorio

Il Comitato Territoriale Iren di Piacenza ha presentato oggi all’Urban Hub i risultati di “ambientAzioni”: il bando promosso per realizzare progetti per la sostenibilità ambientale e sociale del territorio.

Ad illustrare i progetti selezionati la giuria che esaminato i 16 progetti presentati da cittadini e studenti della provincia di Piacenza composta dal presidente del Comitato Territoriale Iren di Piacenza Mauro Balordi, dal Direttore Corporate Social Responsibility e Comitati Territoriali Iren Selina Xerra e da 3 membri del Comitato Territoriale: Edmundo Ioannilli, Daniele Bosoni e Dante Bussatori.

“Cerchiamo il futuro nel nostro passato” è il titolo del progetto, elaborato da Elisa Salin, che sarà realizzato grazie al contributo di 30.000 euro messo in palio. L’obiettivo dell’elaborato è rendere il Parco Archeologico Villaggio Neolitico S. Andrea del Comune di Travo un “Parco a basso impatto ambientale”. Il Parco Archeologico di Travo, dove è conservata e visitabile una fitta rete di strutture abitative e funzionali del Neolitico, è meta di migliaia di studenti e l’idea è di accogliere i fruitori all'interno di una struttura a impatto zero. In questo modo si abbina la trasmissione di contenuti culturali (i diversi aspetti della vita nella Preistoria) alla formazione di una coscienza ambientale capace di assumere comportamenti e stili di vita sostenibili. Il progetto ricade nelle sezioni del bando che prevedevano la progettazione di strumenti concreti, azioni e attività per la sensibilizzazione e l’educazione al risparmio delle risorse e per il miglioramento di performance idriche, ambientali ed energetiche all’interno di piccole comunità. La realizzazione del progetto prevede più interventi che vanno ad incidere diversamente sulla struttura e sull'organizzazione del Parco Archeologico:

In una prima fase è prevista l’installazione di impianti e tecnologie permanenti:

·         impianti fotovoltaici e solare termico;

·         razionalizzazione del consumo elettrico e idraulico (dispositivi più efficienti, lampade a energia solare, installazione di fontanelle, formazione di un bacino di fitodepurazione e zona umida);

·         riduzione rifiuti (bidoni per la raccolta differenziata nelle aree di sosta, promozione borracce per consumo di acqua; acquisto di compostiere).

La seconda parte del progetto è incentrata sugli aspetti educativi e prevede in particolare l’utilizzo di materiale biodegradabile o proveniente da Centri di Riuso per le attività programmate nel Parco e una specifica campagna di comunicazione sui temi della sostenibilità.

Gli altri due progetti selezionati a cui è stata corrisposta a titolo di rimborso spese la somma di 2.000 ciascuno sono:

·         “Leggi… amo” in giardino” di Mary Rapaccioli, un progetto che coniuga i valori della sostenibilità ambientale con i valori civici, dando vita a un percorso sviluppato con originalità e con una semplicità che lo rende altamente replicabile;

·         “l’insalata è nell’orto, dalla semina al raccolto” di Camilla Sfolzini. Il progetto si è concentrato sugli obiettivi di sensibilizzazione ed educazione al risparmio di risorse. Di questo progetto hanno colpito la progettualità dettagliata e finalizzata, l’attenzione ai disabili e la logica di fattibilità tecnica e normativa.

I parametri presi in considerazione per valutare gli elaborati progettuali sono stati l’innovatività della proposta, la dimostrazione effettiva dei benefici economici e/o sociali per la collettività, la replicabilità in altri contesti, il costo complessivo di realizzazione (inferiore o pari a 30.000 euro) e il rapporto costi/benefici. Il Presidente del Comitato Territoriale Iren di Piacenza, Mauro Balordi, ha espresso soddisfazione per i risultati del bando ambientAzioni che ha ottenuto una larga partecipazione, mettendo a disposizione una ricchezza di idee progettuali per lo sviluppo sostenibile del nostro territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento