rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Economia

Truffe agli anziani, un comitato ad hoc per contrastare il fenomeno

Si è riunito nella mattinata del 19 luglio in Prefettura un comitato ad hoc costituito dal Prefetto in attuazione del Protocollo sottoscritto da Ministero dell'Interno ed ABI allo scopo di prevenire il fenomeno delle truffe, rendendo ancor più stretto il dialogo e la collaborazione tra prefetture, forze di polizia e banche

Truffe agli anziani, si è riunito nella mattinata del 19 luglio in Prefettura un comitato ad hoc costituito dal Prefetto in attuazione del Protocollo sottoscritto da Ministero dell’Interno ed ABI allo scopo di prevenire il fenomeno delle truffe, rendendo ancor più stretto il dialogo e la collaborazione tra prefetture, forze di polizia e banche. La riunione di insediamento del Comitato, presieduto e coordinato dal governatore Anna Palombi e composto dal questore, dai  comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, nonché dal Segretario della Commissione Regionale Emilia-Romagna dell’ABI, Mario Bernardi, si è svolta in un clima di grande impegno a collaborare per mettere a punto una serie di iniziative di rilevanza sociale per il territorio di Piacenza. 

Come previsto dal protocollo nazionale, le attività del Comitato riguarderanno l’attuazione di iniziative mirate a diffondere nella popolazione specifiche indicazioni relative in particolare a precauzioni specifiche da adottare quando si preleva contante o si fanno operazioni allo sportello; suggerimenti e piccoli accorgimenti per usare in tutta sicurezza internet, mobile banking e sportelli automatici; numeri utili e comportamenti da adottare in caso di frode, furto o smarrimento delle carte di pagamento, ecc.; possibili eventi e incontri di formazione da organizzare a Piacenza sui temi della sicurezza antifrode e dell’educazione finanziaria.  Grazie all’attento monitoraggio ed al contributo delle forze di polizia e della banche che operano nella provincia, il Comitato avrà a disposizione una mappa sempre aggiornata di tutti gli eventuali nuovi fattori di rischio che possano tradursi in eventi criminosi e di tutte le buone pratiche da mettere a sistema nel territorio della provincia di Piacenza. Il rappresentante dell’ABI ha informato che, a livello nazionale, è in corso di redazione un Vademecum riportante in modo approfondito i suggerimenti di cui sopra. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe agli anziani, un comitato ad hoc per contrastare il fenomeno

IlPiacenza è in caricamento