rotate-mobile
L'intesa

Un tavolo di confronto permanente tra Giunta e sindacati

Fino alla fine del mandato l'Amministrazione e i sindacati Cgil, Cisl e Uil si confronteranno su diversi temi economici e sociali

«C'è un grande lavoro dietro ai protocolli siglati con i sindacati per garantire più benessere organizzativo e servizi migliori da parte del Comune di Piacenza». Così il sindaco Katia Tarasconi ha commentato la sigla di un nuovo protocollo con Cgil, Cisl e Uil. «Questo è un lavoro partito - ha detto Ivo Bussacchini, segretario Cgil - da quando si è insediata la Giunta. Notiamo l'attenzione nei confronti dei lavoratori e dei pensionati. Siamo arrivati al dunque quando si è parlato di tasse e appalti. Il sindacato vuole sedersi al tavolo nelle prossime settimane per discutere di Pnrr e del potenziamento della macchina comunale. Insistiamo per un recupero dell'evasione fiscale». «È un percorso importante – ha commentato anche Michele Vaghini, segretario Cisl - tra sindacati e Giunta. Ribadiamo l'importanza della partecipazione, visto che rappresentiamo 60mila persone nella provincia. Un tavolo permanente sui diversi temi serve per incidere veramente nei prossimi anni». «Anche con l'Amministrazione Barbieri firmammo un protocollo - ha aggiunto Francesco Bighi (Uil) - ma rimase lettera morta. Il confronto ci fu solo con qualche informativa sul bilancio. Anche per noi la lotta all'evasione fiscale è la priorità, la scorsa Giunta fu carente nel recupero».

IL PROTOCOLLO SULLE RELAZIONI SINDACALI

L'Amministrazione comunale di Piacenza rappresentata dal Sindaco Katia Tarasconi ed i rappresentanti delle Confederazioni Sindacali Cgil, Cisl, Uil sì sono incontrati per definire le modalità di confronto, di partecipazione, di informazione inerenti i temi sotto elencati oggetto delle linee programmatiche di mandato 2022-2027.

PREMESSO CHE

 il sistema delle autonomie locali è fortemente caratterizzato, da diversi anni, dal susseguirsi di misure legislative che hanno ridotto i trasferimenti di risorse, nonché dal perpetuarsi di blocchi totali e/o parziali del turn over del personale che ne hanno fortemente condizionato la possibilità di intervento e di sviluppo, accentuate anche dalla pandemia da covid 19 e dalla grave crisi energetica attualmente in corso;

 in questo contesto il Comune di Piacenza ritiene fondamentale il ruolo delle OO.SS. firmatarie del presente accordo in quanto soggetti rappresentativi e portatori di interessi collettivi e generali;

 al fine di favorire una forte cultura partecipativa e di rafforzare un sistema di relazioni e di negoziazione volto a promuovere lo sviluppo sociale, economico e culturale della città e del territorio comunale, si concordano le modalità di partecipazione riservata alle OO.SS firmatarie del presente protocollo, attraverso l'attivazione di un tavolo permanente di confronto.

LE PARTI

richiamati:

 il Protocollo tra ANCI e CGIL CISL UIL del 29/03/2013 finalizzato a riconoscere il valore di

RELAZIONI SINDACALI strutturate a livello territoriale; il Protocollo ANCI, Legautonomie, Uncem, CGIL-CISL-UIL del 14/02/2014 sul Riordino del sistema decentrato delle istituzioni;

 i Protocolli sottoscritti nel tempo ed IL PATTO PER IL LAVORO sottoscritto il 20/07/2015 fra Regione Emilia Romagna, CGIL CISL UIL, Istituzioni, Associazioni datoriali, Università;

 il Protocollo tra ANCI, UPI, CGIL CISL UIL, Regione Emilia Romagna sul sistema di accoglienza dei profughi e politiche per l'inclusione sociale del 27/09/2017,

 il Protocollo tra ANCI, UPI, CGIL CISL UIL, Regione Emilia Romagna sul riordino delle Società Partecipate;

 il Protocollo tra ANCI, UPI, CGIL, CISL, UIL, Regione Emilia Romagna sulla Rigenerazione Urbana e politiche Abitative, Welfare, Legalità Appalti Concessioni del 12 marzo 2021;

 il Protocollo tra Amministrazione Comunale e O.O.S.S. dei Pensionati di Cgil, Cisl, Uil del 16 agosto 2021;

 il Protocollo per il Patto per il Lavoro e il Clima sottoscritto il 14 dicembre 2020 fra Regione Emilia Romagna, CGIL CISL UIL, Istituzioni, Associazioni datoriali, Università;

 il Protocollo d’Intesa per la legalità e la qualificazione degli appalti di facchinaggio, logistica e movimentazione merci nei poli logistici del 18 novembre 2022.

CONVENGONO

sull'opportunità di dare organicità all'insieme delle relazioni sindacali fra il Comune di Piacenza e le OO.SS. Confederali, dei Pensionati e di Categoria territoriali, riconoscendo il valore del confronto tra le parti, per contribuire, in via esemplificativa, allo sviluppo del territorio ed all'occupazione, in una logica di sostenibilità sociale ed ambientale, per qualificare i servizi, per sviluppare equità in materia di fiscalità locale e dei sistemi tariffari, garantendo il pieno rispetto della legalità, della sicurezza e della qualità del lavoro.

CONCORDANO

 di sviluppare un confronto preventivo ed un sistema di relazioni tramite l'attivazione del Tavolo di confronto di cui in premessa, sulle scelte programmatiche in merito alle seguenti

materie:

 POLITICHE DI BILANCIO;

 FISCALITÀ GENERALE, ISEE E REGOLAMENTI ATTUATIVI, ADDIZIONALE IRPEF, IMU, TASI, TARI ed i Sistemi delle TARIFFE dei Servizi a domanda individuale,

 CONTRASTO ALL'EVASIONE ED ALL'ELUSIONE FISCALE:

 POLITICHE DI WELFARE e SOCIO-SANITARIE (in stretto rapporto con il Distretto, con l'AUSL e con l'ASP Città di Piacenza);

 POLITICHE DI SVILUPPO TERRITORIALE (anche riguardo ad eventuali nuovi insediamenti logistici o produttivi) ed INVESTIMENTI;

 POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO, LA FORMAZIONE, L'INNOVAZIONE e di contrasto alla disoccupazione, nonché sull'utilizzo dei percettori di RdC, nell'ambito dei progetti d'utilità comune (PUC) ;

 POLITICHE DELL'IMMIGRAZIONE E DELL'INTEGRAZIONE;

 AZIENDE PARTECIPATE (IREN, SETA, etc.);

 AZIONI DI LEGALITÀ e della gestione trasparente degli APPALTI e delle FORNITURE;

 POLITICHE ABITATIVE, in rapporto con ACER e Agenzia per l'Affitto;

 TUTELA AMBIENTALE, MOBILITA' e TRASPORTO PUBBLICO LOCALE (TPL); POLITICHE DI CONTRASTO ALLA POVERTÀ;

 FONDI dell'UNIONE EUROPEA (PNRR).

 Oltre a quanto previsto dal presente Protocollo, per quanto attiene il livello Confederale di confronto con CGIL-CISL-UIL, si confermano i tavoli di negoziazione, concertazione ed informazione con le Categorie del pubblico impiego per quanto riguarda le politiche del Personale, le relative applicazioni contrattuali.

 L'Amministrazione Comunale si impegna a dare concreta continuità al Tavolo di confronto con le OO.SS. dei Pensionati per la valorizzazione nella società del ruolo delle persone over 65 e sulle politiche della terza età, come previsto dal Verbale del 16 agosto 2021 nonché del 18 marzo 2021 sottoscritto anche dalle O.O.S.S. Confederali.

 Per agevolare il confronto le parti si scambieranno preventivamente documentazione e proposte sui temi da affrontare. CGIL, CISL e UIL, su temi specifici, potranno delegare i segretari delle categorie competenti; in modo analogo, il Sindaco potrà fare con i componenti della Giunta comunale.

 Per la concreta realizzazione di quanto previsto dal presente Protocollo, le parti si impegnano a calendarizzare incontri preventivi in tempo utile per consentire l' esercizio concreto del diritto di proposta delle OO.SS sui temi oggetto di confronto, a predisporre verbali di riunione ed eventuali Accordi, previa autorizzazione nel caso del Comune da parte dei competenti

Organi, relativamente al confronto svolto, oltre che prevedere periodiche verifiche in merito alla loro attuazione.

 I verbali congiunti di riunione, potranno essere pubblicizzati attraverso gli organi d'informazione. Qualora le proposte scaturite dal Tavolo trovino condivisione, il Sindaco le proporrà alla Giunta per una loro valutazione definitiva.

 Il Tavolo di confronto non pregiudicherà l'azione negoziale del Sindacato e l'autonomia dell'Amministrazione. Eventuali problemi specifici di natura vertenziale che potrebbero vedere coinvolti i singoli Assessorati, saranno oggetto di confronto negoziale attraverso le Categorie Sindacali di riferimento, al fine di favorirne la soluzione.

 Il presente protocollo ha validità fino al 30/06/2027. Negli ultimi due mesi di validità le parti ne valuteranno gli effetti e la loro efficacia al fine del successivo rinnovo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tavolo di confronto permanente tra Giunta e sindacati

IlPiacenza è in caricamento