Economia

Usb proclama uno sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico

Venerdì 17 settembre i lavoratori del sindacato Usb all’interno di Seta scioperano

In occasione dello sciopero nazionale nel settore del trasporto pubblico di 24 ore per venerdì 17 settembre 2021, Usb Lavoro Privato organizza un presidio fuori ai cancelli di Seta di Modena e Reggio Emilia, invitando alla partecipazione tutte le lavoratrici e lavoratori di SETA, anche per discutere delle vertenze in atto.

«Le politiche del Governo Draghi – fa sapere il sindacato - stanno scaricando tutti gli effetti della pandemia sui lavoratori, attraverso misure anticostituzionali che non hanno nessuna spiegazione, che non mirano a salvaguardare la salute dei Lavoratori, ma servono a discriminare e licenziare, gettando le basi per un'ulteriore arretramento dei diritti, peggioramento delle condizioni di lavoro, perdita di salario, precarietà e ricattabilità. Non solo l'obbligo del Green Pass e del suo utilizzo fuorviante, ma il mancato pagamento della malattia per chi è costretto all'isolamento fiduciario, dimostra che non esiste l'interesse di difendere i posti di lavoro, piuttosto si stringe la mano alla classe Padronale per la difesa di profitti e interessi, mentre si continua ad assistere al fallimento e alla delocalizzazione di tante altre aziende».

«Seta chiude il bilancio – aggiunge Usb - in modo positivo nonostante la pandemia, ma è solo merito della gestione aziendale? Abbiamo assistito ad un continuo lamentarsi per i mancati ricavi, ma ricordiamo che in Emilia-Romagna sono stati stanziati circa 71 milioni di euro nel 2020 per ristorare le aziende e al momento 13,5 mln per il 2021; 1 milione di euro sono stati stanziati anche per permettere alle aziende di equipaggiare i bus con paratie di separazione tra la zona conducente e passeggeri e per l'installazione di distributori igienizzanti per le mani. Per il bacino modenese saranno attribuite dalla Regione maggiori risorse rispetto a quelle già consolidate, ricordando sempre che sono stati pagati i normali corrispettivi economici nonostante la riduzione del servizio. Quando si chiede di rinnovare e armonizzare i contratti di lavoro, eliminando tutte le discriminazioni normative ed economiche tra il personale, la frase è scontata: “non ci sono i soldi!”».

«Ma solo per il personale non ci sono, per il quale siamo a chiedere solo equità e condizioni di lavoro più dignitose, mentre assistiamo al continuo peggioramento dei turni e aumento dei carichi di lavoro. Cosa dire del personale inidoneo messo a casa senza stipendio, non dando la possibilità del ricollocamento ad altre mansioni. Per la giornata dello sciopero si è chiesto un incontro al Comune di Modena, al sindaco agli assessori di competenze, come già fatto in altre occasioni, affinchè si assumano le responsabilità dei problemi dei lavoratori in Seta e del Tpl in genere».

Lo sciopero sarà articolato secondo i seguenti orari:

Personale Viaggiante urbano Piacenza: da inizio servizio alle 07.00-dalle 10:00 alle 12:00 - dalle 15:00 a fine servizio.

Personale Viaggiante extraurbano Piacenza: dalle 8:30 alle 12.00 – dalle 15:00 a fine servizio:

Impianti fissi e uffici: intero turno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usb proclama uno sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico

IlPiacenza è in caricamento