rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Eventi

Ai volontari della San Vincenzo de’ Paoli il “Paliotto 2018” della parrocchia di San Paolo

In autunno una pubblicazione per i 40 anni delle vacanze estive a Codogno in alta Val Taro

Una chiesa addobbata a festa e il busto reliquiario dell’apostolo Paolo collocato su un tronetto, hanno accolto i parrocchiani del tempio situato all’angolo tra via Torta e via Scalabrini. Con loro numerosi “ex sanpaolini” che residenti altrove, sono ritornati in parrocchia nella giornata dedicata al santo patrono. La messa solenne è stata presieduta dal vescovo mons. Gianni Ambrosio e concelebrata con il parroco mons. Bruno Perazzoli, don Tonino Scaglia e con padre Josimar e padre Francisco della congregazione Figli di Sant’Anna. Al termine della funzione la consegna di un contributo alla missione delle suore del Buon Pastore di Mendivia (Etiopia) e dell’onorificenza “Paliotto di san Paolo” al gruppo parrocchiale della Società San Vincenzo de’ Paoli, rappresentata dal presidente Sergio Mazza, come “sentimento di profonda gratitudine e cordiale riconoscenza per l’umile e discreto servizio alle tante forme di umanità e carità”.  La “San Vincenzo” è attiva nella comunità parrocchiale di San Paolo sin dal 1921 e negli ultimi sessant’anni di attività, è stata guidata da Ginetto Lazzarini e da Tonino Scaglia, entrambi poi divenuti sacerdoti. L’attuale gruppo - ci spiega il presidente Scaglia - è composto di una quindicina di volontari che assistono concretamente 15-20 gruppi familiari: complessivamente oltre 50 persone in difficoltà economiche, consegnando pacchi viveri, pagando bollette di luce e gas, consegnando tessere prepagate Esselunga. Riusciamo far fronte alle necessità grazie ad un fondo di solidarietà alimentato dai parrocchiani che hanno a cuore la solidarietà. Gli anni passano e le nostre forze diminuiscono. Per questo - conclude Mazza - chiediamo ai giovani di favorire il ricambio generazionale.

Il “Paliotto” è un’iniziativa relativamente recente essendo stato istituito nell’anno 2013. Da allora è stato consegnato a Paolo Zermani, Giorgio Mezzadri, Maria Teresa Silvotti, Renzo Fumi, al diacono Pier Luigi Marchionni. Molto partecipata anche l’agape fraterna presso il Seminario vescovile, nel corso della quale si è parlato di una pubblicazione-ricordo da presentare nel prossimo autunno contenente le esperienze vissute da tanti educatori e ragazzi nei soggiorni estivi a Codogno in alta val Taro dove la parrocchia ha a disposizione i fabbricati che costituiscono dell’ex canonica e che dal 1978 ad oggi, ha ospitato più di mille giovani.

                 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai volontari della San Vincenzo de’ Paoli il “Paliotto 2018” della parrocchia di San Paolo

IlPiacenza è in caricamento