Allegro con Brio, Orchestra dei Fiati del Conservatorio Nicolini

L'Orchestra di Fiati del Conservatorio Nicolini di Piacenza, diretta da Luciano Caggiati, sarà protagonista del nuovo appuntamento di Allegro con Brio, domenica 21 maggio alle 17 alla Sala dei Teatini. La rassegna cameristica  aperta alla città, ad ingresso gratuito, organizzata dalla Fondazione Teatri di Piacenza in collaborazione con il Conservatorio di Musica Nicolini di Piacenza, proporrà un suggestivo programma incentrato su celebri e amatissime musiche di Maurice Ravel e Modest Petrovič Musorgskij.

Il programma si aprirà con Ravel e la sua Pavane pour une infante défunte, nell'arrangiamento di Johan de Meij. “La pavana, antica danza italiana o spagnola di carattere grave, ben si adatta qui con i suoi ritmi solenni ad esprimere la sofferenza per la morte di una giovane fanciulla - spiega  Luciano Caggiati nelle note di presentazione al concerto -.  Pur essendo un lavoro giovanile, esso contiene in germe molti elementi tipici dell'armonia e della condotta melodica raveliane, e costituisce dunque una pagina particolarmente interessante nella sua lineare semplicità.

Seguirà il popolarissimo Boléro, proposto nell'arrangiamento di Henk van Lijnschooten, il cui fascino si rinnova immutato ad ogni ascolto.

Sarà poi la volta di Musorgskij e dei suoi Quadri di un'esposizione, nella trascrizione di Ravel e arrangiamento di Paul Lavender. Composta originariamente per pianoforte nel 1874 per onorare la memoria dell'amico architetto Viktor Hartmann, la partitura di Musorgskij venne ispirata da una serie di quadri e disegni del giovane amico esposti a Pietroburgo poco dopo la sua morte. “Ne risultò un'opera pervasa di caratteri intimamente russi e ispirata a modi di chiara provenienza popolare – sottolinea ancora Caggiati -  Nel 1922, Ravel mise al servizio della geniale composizione la sua straordinaria competenza di orchestratore e ne nacque una trascrizione che è entrata da allora trionfalmente nei repertori concertistici di tutto il mondo. Nella sua strumentazione, Ravel ha saputo cogliere perfettamente lo spirito del compositore russo, tant'è che la partitura rispecchia fedelmente nella successione dei brani l'originale per pianoforte”.

 PROGRAMMA

MAURICE RAVEL (1875-1937)

Pavane pour une infante défunte

Arrangiamento di Johan de Meij

Boléro

Arrangiamento di Henk van Lijnschooten

MODEST PETROVIČ MUSORGSKIJ (1839-1881)

Quadri di un'esposizione (trascrizione di Maurice Ravel)

Arrangiamento di Paul Lavender

Promenade

Gnomo

Promenade

Il vecchio castello

Promenade

Tuileries

Bydlo

Promenade

Balletto dei pulcini nel loro guscio

Samuel Goldenberg e Schmuyle

Il mercato di Limoges

Catacombae (cum mortuis in lingua mortua)

Baba Yaga

La grande porta di Kiev

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Placido Domingo dirige il Requiem di Verdi - Rimandato al 16 maggio 2021

    • Gratis
    • 24 novembre 2020
    • canale YouTube di Opera Streaming

I più visti

  • Appennino Festival 2020, chiusura a Ferriere

    • Gratis
    • 8 dicembre 2020
    • Chiesa di San Giovanni Battista
  • Paladino a Piacenza, la nuova installazione

    • Gratis
    • dal 10 ottobre al 28 dicembre 2020
    • Piazza Cavalli
  • Il Germoglio, inaugurato il Villaggio di Natale

    • Gratis
    • dal 7 novembre al 25 dicembre 2020
    • Il Germoglio Onlus
  • Massimo Ranieri in "Sogno e son desto" al Politeama

    • 11 dicembre 2020
    • Teatro Politeama
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    IlPiacenza è in caricamento