menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autosufficienza: linee guida per una riforma

Momento di riflessione sulle possibili modalità di rilancio del sistema di welfare nel nostro Paese

Lunedì prossimo 21 novembre dalle 10.00 alle 13.30 si terrà presso la Sala Convegni “G. Piana” il  convegno “Linee guida per una riforma della non autosufficienza”, momento di riflessione sulle possibili modalità di rilancio del sistema di welfare nel nostro Paese.

In un periodo caratterizzato dall’inarrestabile crisi dello Stato sociale a causa della riduzione delle risorse disponibili, diventa strategico investire sullo sviluppo di un nuovo modello volto a promuovere e proteggere le situazioni di maggiore disagio familiare dovute alla necessità di confrontarsi con il fenomeno della non autosufficienza.

Questa è oggi senza dubbio una delle questioni più rilevanti dal punto di vista sociale, sanitario, lavorativo, economico e soprattutto di sostegno delle famiglie, che sconta una serie di problematiche, quali ad esempio: l’assenza di uniformità e organicità della disciplina sulla non autosufficienza; la frammentazione delle competenze; la prevalenza di trasferimenti monetari senza alcun collegamento con i servizi; l’impronta familistica e informale dell’assistenza.

Il Convegno “Linee guida per una riforma della non autosufficienza”, organizzato dal dott. Alessandro Candido, assegnista di ricerca in Istituzioni di diritto pubblico dell’Università Cattolica di Piacenza, sotto la direzione scientifica del Prof. Aldo Carera, ordinario di storia economia nell’Università Cattolica, in collaborazione con la facoltà di Economia e Giurisprudenza dell’ateneo piacentino e con il patrocinio della Fnp-Cisl dell’Emilia Romagna e della Fondazione Giulio Pastore, propone un momento di riflessione sulle possibili modalità di rilancio del sistema di welfare nel nostro Paese, in continuità con il processo avviato con la legge n. 328 del 2000 sulla riforma dell’assistenza (e, tra l’altro, recentemente proseguito con la legge sul “Dopo di noi”, n. 112 del 22 giugno 2016).

Come “in una fase difficile per l’economia italiana come quella attuale occorre fornire un segnale forte di attenzione ai bisogni quotidiani delle famiglie, nel rispetto del dovere solidaristico di cui all’art. 2 della Costituzione” osserva il Dott. Candido. “Ma è anche indispensabile dare vita a un patto intergenerazionale che contribuisca a garantire servizi e dignità a quanti vivono in una condizione di non autosufficienza”.

L’incontro è gratuito, previa iscrizione da effettuarsi al seguente link: https://dipartimenti.unicatt.it/dises-convegno-riforma. Infine, il Convegno è già stato accreditato con 2 crediti formativi dall’Ordine degli Avvocati di Piacenza ed è in corso di accreditamento presso gli ordini degli assistenti sociali della Lombardia e dell’Emilia Romagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento