«Bambini, adozioni e disagio minorile: c'è un emergenza. Riflettiamo sulle soluzioni»

Esperti a confronto nel convegno di venerdì 29 aprile in Sant'Ilario, e organizzato dalla Bikers for Children Association di Piacenza sul tema delle adozioni

«C’è un’emergenza bambini e disagio minorile legata soprattutto ai recenti fenomeni migratori di massa, e alla conseguente necessità di dargli una giusta collocazione, un inserimento e la serenità perché il fenomeno aumenta e non ci sono strumenti immediati ed efficaci. Siamo impreparati. Mai come oggi ci si deve fermare per riflettere e trovare soluzioni a favore di questi bambini che hanno perso tutto, in primis la famiglia di origine».

E’ questo lo spirito che è alla base del convegno che si terrà venerdì’ 29 aprile all’auditorium Sant’Ilario, dal titolo: “Adozione: i bambini devono essere felici, non farci felici”. Un momento di confronto fra grandi esperti di questo tema e figure di alta professionalità, ma aperto anche tutti i cittadini.

L’idea è venuta alla “Bikers for Children Association” di Piacenza che ne ha curato l’organizzazione. L’evento è realizzato in convenzione con l’Ordine degli assistenti sociali dell’Emilia Romagna ed è accreditato con 6 crediti formativi da quest’ultimo ente, e con 3 crediti dall’Ordine degli avvocati di Piacenza.

Ne parliamo con gli avvocati Laura Ruscio (moderatore del convegno), Monica Fendi e Ebe Adele Francesca Bottoni (Comitato scientifico).

«Come associazione - spiegano - ci rivolgiamo e ci occupiamo di bambini in situazioni di disagio. Il mondo dell’adozione è un mondo a noi caro, ma un argomento del quale si parla troppo poco. Da qui è nata l’idea del convegno. Collaboriamo con strutture di accoglienza, e conosciamo bene l’esistenza di realtà di disagio minorile, spesso legate anche al mondo dell’adozione». 

«Si tratta di un tema di attualità e interesse - sottolineano - anche per tutte le vicende italiane e internazionali legate ai massicci fenomeni di immigrazione che stiamo vedendo, come ad esempio il caso recente dei bambini siriani di cui purtroppo non si è parlato molto. Oggi i bambini sono molto più a rischio rispetto a prima. Per questo oltre al discorso adozione, si deve sensibilizzare ad esempio sul tema dell’affido».

Relatori del convegno saranno Elisabetta Molinari dell’Asl di Piacenza e che si occupa da tanti anni di adozioni; Natalia Gallini, responsabile dei servizi sociali e che tratterà dello stato di abbandono del minore, analizzando l’aspetto di gestione da parte del servizio sociale davanti a una segnalazione fino al percorso di adottabilità; Maria Cristina Zanini, psicologa che è stata giudice onorario del tribunale dei Minori di Bologna, farà un’analisi dello stato psicologico dal punto di vista del bambino; Giuseppe Spadaro, presidente del tribunale dei Minorenni di Bologna parlerà della capacità genitoriale valutata dalla parte del giudice. Infine parlerà Luca Bollati, psicologo, il cui intervento si intitola provocatoriamente “Bambini adottati: perché non restituirli”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento