XXI edizione di Bobbio Film Festival, ospiti speciali Berenice Bejo e il regista Michel Hazanavicius

Inizia sabato 22 luglio a Bobbio il celebre Festival cinematografico diretto da Marco Bellocchio. In programma anche la copia restaurata di Blow Up di Michelangelo Antonioni

Un'immagine della conferenza stampa

Si è tenuta oggi, 17 luglio, presso il Salone d'Onore di Palazzo Rota Pisaroni (in Via S. Eufemia, 13 a Piacenza) la Conferenza Stampa di presentazione dell’edizione 2017 del BOBBIO FILM FESTIVAL.

A presentare il festival sono intervenutI 
Massimo Toscani, Presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano 
Francesco Rolleri, Presidente della provincia di Piacenza
Roberto Pasquali, Sindaco del Comune di Bobbio
Paola Pedrazzini, Direttrice del Festival

Nella splendida cornice del borgo di Bobbio ritorna l’atteso appuntamento estivo con il Bobbio Film Festival diretto da Marco Bellocchio. Giunto alla ventunesima edizione, il Festival riconferma il suo alto profilo e la sua offerta culturale.

Durante le due settimane del Festival proseguono anche Fare Cinema, il corso di alta formazione cinematografica diretto da Marco Bellocchio  e il seminario residenziale di critica cinematografica.
Bobbio si animerà così di artisti, critici cinematografici, addetti ai lavori, appassionati, stagisti… che renderanno più interessante il momento caratterizzante del Festival: l’incontro-confronto del pubblico con i registi dopo le proiezioni dei film serali.


Un Festival che, pur mantenendo intatta la sua prima vocazione e la sua autenticità, si rinnova e si impreziosisce nell’offerta culturale e formativa grazie all’impegno e alla progettualità dell’Associazione Marco Bellocchio e al sostegno di Ministero dei Beni Culturali, Regione Emilia Romagna, Provincia di Piacenza, Comune di Bobbio, Fondazione di Piacenza e Vigevano, Camera di Commercio di Piacenza.

Berenice Bejo e il marito, il regista premio Oscar Michel Hazanavicius saranno gli ospiti speciali dell'edizione 2017 del Bobbio Film Festival. La Bejo è nel cast del film 'Fai bei sogni' tratto dall'omonimo libro del giornalista Massimo Gramellini e diretto proprio da Bellocchio. Hazanavicius ha diretto nel 2011 The Artist, un film muto e in bianco e nero che ha come protagonista femminile la moglie Berenice Bejo.
Il Bobbio Film Festival si svolgerà a Bobbio dal 22 luglio al 5 agosto Le proiezioni si terranno nel chiostro di San Colombano, dalle 21.15. A seguire, incontro con attori e registi.

Il programma

Si inizia sabato 22 luglio con La tenerezza di Gianni Amelio e si prosegue la sera successiva. domenica 23 luglio, con 'La ragazza del mondo' di Marco Danieli. Martedì 25 luglio verrà proiettato 'L'accabadora' di Enrico Pau, mentre mercoledì 26 luglio è in programma 'Le ultime cose' di Irene Dionisio. Giovedì 27 luglio anteprima nazionale con 'Le redoutable' di Michel Hazanavicius, interpretato da Berenice Bejo, venerdì 28 luglio 'Fai bei sogni'di Marco Bellocchio, sabato 29 luglio 'La stoffa dei sogni' di Gianfranco Cabiddu, domenica 30 luglio 'Cuori Puri' di Roberto De Paolis e lunedì 31 luglio serata 'Fare cinema'. Il mese di agosto inizia con 'Falchi' di Toni d'Angelo, in programma martedì 1 agosto, mentre mercoledì 2 agosto sarà la volta de 'I figli della notte' di Andrea De Sica, e giovedì 3 agosto con 'Tutto quello che vuoi' di Francesco Bruni. Penultima proiezione venerdì 4 agosto con 'Naples '44' di Francesco Patierno, e chiusura sabato 5 agosto con la proiezione della copia restaurata dalla cineteca di Bologna di 'Blow Up' di Michelangelo Antonioni. Premiazione finale con la consegna del Gobbo d'oro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento