Cadeo, si aprono le porte della mensa scolastica

Per il terzo anno consecutivo a Cadeo si aprono le porte della mensa scolastica. Avverrà sabato 18 febbraio dove alle ore 11 vi sarà spazio per relazionarsi con un'esperta alimentarista e soprattutto uno spazio dove i genitori potranno assaggiare i cibo consumati dai figli

Per il terzo anno consecutivo a Cadeo si aprono le porte della mensa scolastica. Avverrà sabato 18 febbraio dove alle ore 11 vi sarà spazio per relazionarsi con un'esperta alimentarista e soprattutto uno spazio dove i genitori potranno assaggiare i cibo consumati dai figli durante l'anno scolastico. Comune di Cadeo ed Elior a fianco delle famiglie per promuovere l'educazione alimentare e la trasparenza del servizio offerto. "L'alimentazione dei nostri ragazzi è una delle nostre priorità, anche da questo dipende il loro futuro - ha dichiarato il primo cittadino di Cadeo, Marco Bricconi -; non tutti conoscono la qualità che come amministratori abbiamo richiesto a Elior, dai prodotti biologici, passando per quelli DOP e a km zero fino alla richiesta di avere solo acqua imbottigliata nel vetro per ridurre l'impatto sull'ambiente".

Proprio per questo nei giorni scorsi ha preso il via la distribuzione a tutti gli studenti de "La Carta dei Servizi", un opuscolo che permette di conoscere da vicino non solo i menù adottati nella mensa di Cadeo, affidata in concessione alla società Elior Ristorazione, ma anche le materie prime e  la qualità dei prodotti che finiscono nei piatti degli studenti. "Questa breve pubblicazione è frutto anche del lavoro fatto negli scorsi anni con i membri della commissione mensa - ha aggiunto il vicesindaco Marica Toma - ed è nato proprio anche grazie alle loro segnalazioni, richieste e segnalazioni". Una Carta dei servizi che vuole essere uno strumento informativo ma soprattutto di trasparenza: "Questa Carta vuole essere uno strumento che faccia da traino, che mostri quello che accade in Elior Ristorazione - ha dichiarato Sergio Mantova, dirigente Elior -; ma soprattutto vuole dare massima trasparenza  e visibilità a ciò che i bambini mangiano a scuola".

 "Come amministratori come sempre proseguiamo con l'impegno di  una concreta mediazione tra famiglie ed Elior - ha sottolineato il sindaco Bricconi -;  ben lieti di accogliere le novità, dal sistema informatizzato dei buoni pasto fino ai nuovi percorsi educativi- didattici che saranno attivati anche quest'anno a breve in tutti i nostri cicli scolastici".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento