Galleria Alberoni, alla scoperta della "Cappella degli Scrovegni"

Lunedì 6 marzo appuntamento con "La Cappella degli Scrovegni a settecentocinquant'anni dalla nascita di Giotto", primo degli eventi collaterali alla mostra Religo. Relatore Roberto Filippetti

Un'immagine della mostra "Religo"

Dopo il grande successo dell'inaugurazione della mostra RELIGO, e il significativo passaggio in mostra della Croce di Lampedusa, lunedì 6 marzo, alle ore 20.45 nella Sala degli Arazzi della Galleria Alberoni, andrà in scena il primo dei numerosi eventi collaterali che animeranno la mostra in corso, fino al 17 aprile, lunedì di Pasqua, giorno di chiusura.

In coerenza con il progetto espositivo, che vuole interrogare i visitatori sulla continuità tra arte antica e arte contemporanea, affiancando i capolavori artistici alberoniani alle opere di Giancarlo Bargoni, uno dei più significativi artisti italiani viventi, lunedì 6 marzo l’attenzione sarà concentrata su uno dei più grandi Maestri della Storia dell’arte nonché straordinario innovatore della pittura: Giotto di Bondone,  del quale quest’anno ricorre il settecentocinquantesimo anniversario della nascita.

La Galleria Alberoni rende omaggio all’artista con "La Cappella degli Scrovegni a settecentocinquant’anni dalla nascita di Giotto", una conversazione nella Sala degli Arazzi, a cura di Roberto Filippetti e dedicata alla Cappella degli Scrovegni.

Roberto Filippetti, professore di Lettere nelle scuole superiori venete, studioso di letteratura e arte, autore di numerose pubblicazioni, collaboratore della redazione culturale del TG2 e della trasmissione Mizar, guiderà il pubblico alla scoperta degli affreschi della Cappella degli Scrovegni, uno dei massimi capolavori dell'arte occidentale.

Il suo intervento, come quello tenuto lo scorso anno nella Sala degli Arazzi e dedicato alla Misericordia nell’arte, da Antonello da Messina e Caravaggio, avrà un taglio teologico e si avvarrà della proiezione di immagini ad altissima risoluzione.

La tecnica narrativa di Filippetti prevede una presentazione essenziale delle opere accompagnata dalla proiezione delle immagini in altissima definizione e tale da permettere la visione analitica di importanti dettagli.

Al termine dell’intervento di Filippetti saranno naturalmente visibili gratuitamente le tre sezioni della mostra RELIGO allestite in Galleria: le 14 grandi croci di colore, la personale dell’artista nella sale espositive della Galleria e il nuovo e temporaneo allestimento della pinacoteca alberoniana con i capolavori antichi affiancati ai dipinti contemporanei di Bargoni.

In occasione della mostra RELIGO. Giancarlo Bargoni a confronto con i capolavori del Collegio Alberoni, l’Opera Pia Alberoni ha programmato una nuova apertura straordinaria della Galleria e del Collegio Alberoni che saranno pertanto visitabili dal 25 febbraio al 17 aprile il venerdì, il sabato e la domenica pomeriggio.

ORARI DI VISITA

La mostra è costituita di tre sezioni allestite negli spazi della Galleria Alberoni e di una sezione allestita in Collegio. Si potrà accedere alla mostra alla Galleria e al Collegio con le seguenti modalità:

Le tre sezioni della mostra allestite in Galleria sono visitabili venerdì, sabato e domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Percorsi accompagnati alla mostra, alla Galleria e al Collegio (Ecce Homo , Appartamento del Cardinale e Biblioteca monumentale) venerdì e sabato, alle ore 16.00 e alle ore 17.00

Visita guidata alla mostra, alla Galleria e al Collegio (Ecce Homo , Appartamento del Cardinale e Biblioteca monumentale) domenica, ore 16.00

Biglietti

Le tre sezioni della mostra in Galleria: € 3,50

Percorsi accompagnati e visite guidate: € 6,00

Visite guidate negli eventi collaterali: € 4,50

Informazioni
Galleria Alberoni, Via Emilia Parmense, 67
0523 322635 - 349 4575709 - 392 1530734
info@collegioalberoni.it www.collegioalberoni.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento