menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine di Aldo Moro

Un'immagine di Aldo Moro

Aldo Moro, il ricordo a cento anni dalla nascita

Presso la parrocchia di San Giuseppe Operaio venerdì 23 settembre dalle ore 16,30 una cerimonia a ricordo dell'Onorevole Aldo Moro nel centenario della sua nascita

L'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia - sezione di Piacenza - propone per venerdì 23 settembre, data in cui ricorre il centenario dalla nascita dell'On.Aldo Moro, una cerimonia a ricordo di questa significativa ricorrenza nella Chiesa di San Giuseppe Operaio, in Viale Martiri della Resistenza.

Alle ore 16.30 Mons.Giancarlo Conte officerà la Santa Messa a ricordo dell'On.Aldo Moro, mentre alle ore 18 avrà luogo la cerimonia commemorativa presso la Sala Riunioni Parrocchiale.

Introduce l'On.Marco Bergonzi, partecipano il Prof.Paolo Rizzi, l'On.Pierluigi CastagnettiMons.Giancarlo Conte.

                      image-6-7

Aldo Moro (Maglie, 23 settembre 1916 – Roma, 9 maggio 1978) è stato un politico, accademico e giurista italiano, due volte Presidente del Consiglio dei ministri, Segretario politico e presidente del consiglio nazionale della Democrazia Cristiana.

Cattolico fervente, nel 1935 entrò a far parte della Federazione Universitaria Cattolica Italiana di Bari, segnalandosi ben presto anche a livello nazionale. Nel luglio 1939 venne scelto, su consiglio di Giovanni Battista Montini, di cui, proprio in quegli anni, divenne amico, come presidente nazionale dell'Associazione. Mantenne l'incarico sino al 1942, quando fu chiamato alle armi, prima come ufficiale di fanteria, poi come commissario nell'aeronautica. Gli successe Giulio Andreotti, sino ad allora direttore della rivista Azione Fucina[3]. Dopo qualche anno di carriera accademica, fondò nel 1943 a Bari, con alcuni amici, il periodico La Rassegna che uscì fino al 1945. Nel luglio dello stesso anno prese parte ai lavori che portarono alla redazione del Codice di Camaldoli.

Tra i fondatori della Democrazia cristiana e suo rappresentante alla Costituente, ne divenne segretario per la prima volta nel1959. Fu più volte ministro; come presidente del Consiglio guidò diversi governi di centro-sinistra (1963-68), promuovendo nel periodo 1974-76 la cosiddetta strategia dell'attenzione verso il Partito comunista italiano. Fu rapito il 16 marzo 1978 e ucciso il 9 maggio successivo dalle Brigate Rosse.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento